Folgore Castelraimondo ai nastri di partenza,
tra i pali c’è Corvino

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

2-Corvino-Antonio

La Folgore Castelraimondo, sta programmando la sua stagione calcistica 2010-2011. Dopo aver provveduto alla riconferma nella massima carica del presidente Alessandro Di Matteo e i responsabile del settore giovanile Diego Paggetti e Mauro Micucci, la commissione tecnica composta dal vicepresidente Capodimonte Giovanni e dal direttore sportivo, Cipolletti Giandomenico è gia’ al lavoro per continuare i programmi gettati fin dall’inizio della scorsa stagione, con il tecnico Angelo Ortolani. Sarà dunque ancora una volta la linea verde a prevalere, inserendo in rosa altri ragazzi provenienti dalla juniores e dagli allievi. “Questa è l’unica strada percorribile visti i tempi” ci dice il d.s. Cipolletti. Da sottolineare la straordinaria stagione appena conclusasi, che ha visto i ragazzi del presidente Di Matteo aggiudicarsi la finale play off, e uscire con onore sconfitti per 1 a 0 nella partita che avrebbe sancito il salto di categoria, passaggio di categoria tutt’altro che precluso visto i brillanti risultati ottenuti sul campo e sul fronte societario, infatti la Folgore è prima in graduatoria per l’ammissione alla categoria superiore. “Ci terremmo davvero tanto – afferma la massima carica societaria – in considerazione del fatto che abbiamo tutti i requisiti per ambire alla prima categoria, se cio’ sara’ saremo felicissimi altrimenti nessun problema, la politica societaria è quella rivolta ad una squadra il piu’ possibile autoctona”.
A proposito della futura compagine bianco-azzurra, conferma in blocco del gruppo storico, che ha ottenuto il miglior risultato della presidenza Di Matteo, conferma dunque per i vari Sparvoli, Taini, Passarini, Biordi, Paggi e company, con Nicolai che fara’ parte della nuova avventura in caso di ammissione alla Prima categoria. Se ne vanno i portieri Rocchi e Tizzoni, arriva Corvino (nella foto) ex Settempeda che Ortolani conosce molto bene, in partenza anche Vanità (Matelica?), e forse Baiocco, torna alla sua vecchia squadra Giorgio Tapanelli dopo la parentesi camerte. Dunque il dictat è: occhio al bilancio, valorizzazione dei propri giovani, e incrementare ogni anno il numero degli autoctoni presenti in rosa che gia’ costituiscono un buon 90% dell’attuale gruppo. Nella passata stagione sono stati utilizzati con maggior continuità gia’ alcuni giovani promettenti come Lori e Micucci entrambi classe 92, apparizioni importanti anche per Carbone e Rocchegiani, classe 93, importantissimo e fondamentale il rientro dal Tolentino a dicembre di Leonelli Flavio classe 91; una rosa con eta’ media di 22-23 anni, e che costituisce di certo, un motivo di serenita’ per le programmazioni delle future stagioni calcistiche, in considerazione del fatto che come detto, quasi interamente costituita di giovani di proprieta’ della Folgore e di ragazzi locali. Unici “stranieri” il già citato Corvino, con Sfrappini suo paesano, Nicolai, Piriti e Grasselli, su una rosa che iniziera’ le proprie fatiche il 16 agosto, composta da 25 elementi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X