Claudia Koll a Collevario
racconta la sua
fede ritrovata

Chiesa
- caricamento letture

koll1-224x300

di Alessandra Pierini

E’ Claudia Koll la protagonista della festa parrocchiale della Chiesa del Buon Pastore di Collevario. L’attrice ha portato la sua esperienza di fede ritrovata ai fedeli accorsi per ascoltare le sue parole miti e decise al tempo stesso. “E’ l’appuntamento finale – ricorda il presidente dell’Aiart provinciale Lorenzo Lattanzi – di un ciclo di incontri volti a genitori, insegnanti, catechisti ed educatori. Il tema dell’incontro è ‘Dall’emergenza alla convergenza educativa’ e abbiamo chiamato Claudia a dare la sua testimonianza sull’educazione ad essere o ad apparire.” Molto contento della presenza dell’attrice anche il parroco Don Gennaro De Filippi: “Si parla della rete e secondo noi la parrocchia può essere rete tra agenzie educative. La nostra convinzione è che la parrocchia possa avere un ruolo di divulgazione che si affianchi a quello della televisione. Non bisogna demonizzare il mondo dello spettacolo ma bisogna saperne fruire e la testimonianza di Claudia Koll è significativa.”
Claudia Koll è arrivata a bordo di una ‘macchinetta’ come l’ha definita Lorenzo Lattanzi, assieme ad altre quattro persone. Lei si schernisce: “Mi chiamate a parlare di essenzialità e volete che arrivi con una macchina lunga e costosa.” Il volto di Claudia si illumina man mano che inizia a parlare di sè e che ripercorre le tappe del suo rinnovamento spirituale descrivendo con enfasi il momento mistico che l’ha vista protagonista nove anni fa quando si è ritrovata a stringere il Crocifisso e a gridare il Padre Nostro. “E’ l’amore che ha cambiato la mia vita – ha detto – la mia vita si è rinnovata nell’incontro con Dio. La giornata di oggi non poteva iniziare meglio, sono stata a Loreto dove ho preso parte alla Santa Messa. E’ stato molto bello.”

koll2-300x225

Va avanti parlando dell’Africa dove, arrivata per girare uno spot, si ritrovò ad abbracciare un bambino dal corpo scavato dalla fame e ripensò alla sua vita. Alla mamma che dal pubblico le dice che la figlia pensa di fare l’attrice e le chiede di vegliare su di lei risponde: “Quando sono entrata nel mondo dello spettacolo mio padre e mia madre mi hanno affidato alla Madonna della Misericordia, oggi mio padre mi dice che non pensava di ottenere questo risultato. Tra le mie missioni ho anche quella di formare i giovani che si avvicinano allo spettacolo e per questo ho una mia accademia nella quale accompagnamo i talenti nella formazione e poi nel mondo dello spettacolo. Anche la Regione Marche ci ha dato la disponibilità di spazi per girare un film basato su “La bottega dell’orefice” di Giovanni Paolo II e magari saremo anche da queste parti.

Al termine dell’incontro tutt’intorno a Claudia si affollano tutti coloro che vogliono abbracciarla, complimentarsi o semplicemente salutarla e lei non trascura nessuno.

koll3-300x225

koll4-300x225

koll5-300x225



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X