Lube disastrosa anche in Champions
Gli sloveni espugnano il Fontescodella

Dopo Supercoppa e Coppa Italia Macerata esce a testa bassa dall'Europa
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Lube-Bled-1-300x199

di Andrea Busiello

Pazzesco. Semplicemente pazzesco quello che sono riusciti a combinare i giocatori della Lube. Si sono fatti eliminare agli ottavi di finale di Champions League dal Bled, una squadra particolarmente modesta che in Italia avrebbe grandi difficoltà a raggiungere i play off, ma tant’è la squadra è quella che ha già perso Supercoppa e Coppa Italia senza arrivare a lottare in fondo. Una sconfitta al tie break che fotografa per l’ennesima volta una stagione fino a questo punto totalmente fallimentare da parte della Lube. La sconfitta odierna ha mandato su tutte le furie gran parte della tifoseria che alla fine ha giustamente apostrofato che tutto ciò è stato semplicemente vergognoso. Il solo, solito, Igor Omrcen può dire di aver fatto il suo lavoro fino in fondo. Quell’Omrcen che proprio ieri aveva dichiarato: “Con gli sloveni un match che vale una stagione”. Una stagione ora disastrosa.

Gli altri giocatori la sufficienza non la trovano nemmeno se fanno i salti mortali. A questo punto rimane solo il campionato, ma con questo gioco è facile prevedere che anche li non si andrà molto lontano. Il finale di 3-2 (25-23, 17-25, 20-25, 25-19, 15-12) fotografa in pieno la partita con gli sloveni che escono tra i meritatissimi applausi di tutti i suoi supporter. La Lube? Esce tra lo stupore e l’incredulità generale. La cronaca. Al Fontescodella si respira finalmente l’aria di grande evento, più per il frastuono degli oltre 200 supporters ospiti, tutti rigorosamente vestiti di arancione, che per altro. Il match mette in palio una posta elevata, c’è in ballo la qualificazione ai quarti di finale di Champions League. Macerata si presenta con il sestetto titolare mentre gli sloveni del Bled giocano con Vincic-Sket, Jakopin-Flajs, Kamnik-Pajenk. Libero, Lewis. Al primo time out tecnico Macerata avanti 8-7. Il Bled gioca con il cuore e si porta avanti 13-10, De Giorgi inserisce Paparoni per Martino ma le cose non migliorano e così il Bled vola 20-15; due ace di Paparoni portano Macerata sul -2 (18-20) ma il finale di set premi gli ospiti con il colpo vincente di Jacopin che chiude alla terza palla set 25-23

Lube-Bled-2-300x200

Bled, con un devastante Sket autore di 8 punti, avanti 1-0. L’inizio del secondo parziale è caratterizzato dal giallo al libero ospite Lewis che costa il 4-3 per Macerata; Lube che allunga sull’8-4 con il servizio di Omrcen, l’errore al servizio di Flays regala il 12-7 alla formazione di casa che mantiene sempre ben salde le distanze: 16-10 al secondo time out tecnico. Finale di parziale senza particolari patemi per i biancorossi che vanno prima sul 19-13 con l’attacco di Omrcen e chiudono il parziale con il punteggio di 25-17 grazie al colpo finale di Cisolla portandosi immediatamente in parità nel computo dei parziali. Sfida ancora apertissima. Il guizzo in avvio di terzo set lo firma Omrcen che realizza l’ace del 5-3 e poi mette in terra il pallone del 7-4; è un altro ace, questa volta di Raymaekers, a scavare il +5 (10-5). Lube che ora gioca un buon volley e mette nettamente alle corde gli avversari, seppur molto caparbi. Omrcen, sempre lui, mette a segno il 16-10 per i biancorossi che ora esprimono un gran bel volley e vanno in scioltezza sul 20-12 con il colpo di Cisolla. Finale di parziale da paura con la Lube che dal 20-12 arriva fino al 22-20 ma la parte finale premia i biancorossi che chiudono 25-20 sfruttando al meglio l’errore finale di Venno portandosi avanti nel computo dei set 2-1. L’inizio di quarto parziale favorisce gli ospiti che murano Cisolla e vanno 6-3 avanti (time out De Giorgi), poi Venno realizza il 10-6, Lube in affanno. Macerata che come sempre accusa cali di tensione ed il Bled non si fa pregare: alla fine l’errore di Paparoni vale il 25-20 per il Bled. Si va al tie break. Si inizia sul filo dell’equilibrio ma il muro su Paparoni vale il 9-7 per gli sloveni, che alla fine chiudono 15-12 con un muro su Swiderski. Lube eliminata, altro obiettivo stagionale fallito con largo anticipo.

Lube-Bled-3-300x199

LE PAGELLE

RAYMAEKERS: 6.5 Uno dei pochi a salvarsi. Chiude con l’80% in attacco anche se non realizza nessun muro.

CISOLLA: 5 Alti e bassi. Alcune giocate da campione altre da no comment. 45% in attacco è insufficiente.

PAPARONI: 5.5 Positivo in ricezione ma in attacco non punge. A volte spaesato.

VERMIGLIO: 5 Nel tie break dà alcune palle impossibili da attaccare.

BARTOLETTI: sv. Solo qualche scambio, improduttivo.

MARTINO: 5 Inizia da titolare ma poi guarda dalla panchina tutto il match. 1/5 è veramente poco in attacco.

MONOPOLI: sv. Idem a Bartoletti.

CORSANO: 5.5 Due errori in ricezione e una percentuale non esaltante. Affonda insieme alla nave.

OMRCEN: 8 Che dire. Se non ci fosse lui staremmo a commentare chissà cosa. Chiude con 29 punti, basta?

SWIDERSKI: 5 Entra in alcune circostanze senza incidere, anzi si becca il muro finale che sancisce l’eliminazione dalla Champions.

PODRASCANIN: 6.5 Con 5 muri mette il suo sigillo alla gara. Alla fine risulta il secondo miglior attaccante anche se al servizio va male.

lubeko



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X