Bancarella in fiamme,
il triste Natale di Carlos

L'incendio in via Garibaldi
- caricamento letture

bancarella2-1024x680

di Matteo Zallocco

Il nostro pensiero di Natale va a Carlos, un argentino di 44 anni con cittadinanza italiana, padre di due bambini. Verso le 3.30 di questa notte la sua bancarella in via Garibaldi, di fronte alla Facoltà di Lettere e Filosofia, è andata a fuoco. I suoi giocattoli in legno e gli altri prodotti artigianali da lui realizzati sono stati distrutti dalle fiamme. Tutto il suo lavoro è andato improvvisamente in fumo. Residente a Porto Recanati con sua moglie, un’italiana, e i suoi due bambini, Carlos Rodriguez è disoccupato e da sette anni allestiva la sua bancarella a Macerata nel periodo natalizio. Non ero coperto dall’assicurazione, questa mattina si è recato in Questura disperato dopo aver confidato a qualcuno in lacrime: “Questo era tutto il mio lavoro, sono un artigiano con le mani d’oro ma ora non ho più niente e non posso regalare un bel Natale ai miei figli”. Carlos si recherà in Comune per chiedere un aiuto, lui che per tirare avanti confidava in questa bancarella e nel suo antico mestiere che fa pensare alle più belle e sane tradizioni natalizie.
La natura dell’incendio è ancora sconosciuta, si sta accertando se si tratta di un fatto doloso o accidentale. In Questura Carlos ha dichiarato che non aveva problemi con nessuno e non aveva mai ricevuto minacce. L’allarme è stato dato da alcuni residenti poco dopo le 3.30. Sul posto sono subito intervenuti i Vigili del Fuoco e la volante della Polizia. Ma le fiamme avevano già distrutto la bancarella provocando a Carlos un danno quantificabile intorno ai cinquemila euro. Gli oggetti da lui costruiti con tanta cura non ci sono più con la speranza che il prossimo anno la sua bancarella sarà di nuovo lì, in via Garibaldi, davanti al sorriso di un artigiano fiero del suo lavoro.

(Foto di Edo Lini)

bancarella



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X