I vertici del Pdl non tornano indietro
‘Pistarelli sarà il candidato sindaco’

Appello di Ivano Tacconi a Giuliano Bianchi: "Candidati"
- caricamento letture

Ceroni

di Mauro Montali

Il Pdl tiene duro su Fabio Pistarelli ma Giulio Conti tenta l’ultima carta: quella romana. Ma i segnali che arrivano dalla capitale e dal triumvirato che governa il partito non sono incoraggianti per l’ex onorevole di An. Anche ieri sera ha dato battaglia. “Con Pistarelli non si vince”, questo il suo refrain ripetuto fino alla noia. Il Pdl, però, va avanti per la sua strada. E dopo il coordinamento comunale anche quello regionale, ieri sera, ha mantenuto la barra dritta sulla strada che porterà all’incoronazione del consigliere regionale. “Non ci sono motivi tali per abbandonare questa scelta” dichiara al nostro giornale il coordinatore regionale, l’on. Remigio Ceroni (nella foto in alto). E quindi indietro non si torna. “Anche se – continua Ceroni- nei prossimi giorni andremo a Roma assieme a Conti. Che, lo ripeto, rimane una risorsa importante per il centro destra”. Ma che farà adesso Giulio Conti? Presenterà davvero una sua lista autonoma? “A dire il vero- aggiunge Mario Lattanzi coordinatore provinciale del Pdl- Giulio Conti non l’ha mai detto chiaramente di voler scendere in campo da solo”.
Questo è lo stato dell’arte in casa Pdl. La situazione, però, è meno confusa rispetto ad una settimana fa. I vertici del partito hanno dunque deciso che il giovane Fabio sarà il candidato sindaco.  Subendo, se è il caso, anche le manovre di disturbo (vedremo quali) che Giulio Conti ha in animo,eventualmente, di mettere in campo. “Pistarelli era la scelta migliore. E’ giovane, bravo, viene dal Consiglio regionale che è stata un’ottima fucina per tanti, vedi Capponi e Castelli e dl resto Fabio ha ottenuto la massima condivisione possibile” conclude Ceroni.

giuliano bianchi

Chi non è d’accordo con questa scelta è Ivano Tacconi, capogruppo consiliare dell’Udc. Che, intanto, avanza una critica di metodo. “Niente di personale contro Pistarelli, ci mancherebbe altro. Ma non possono venire da Ancona ad imporci le loro decisioni. Gli anconetani, e dico così per indicare tutti i consiglieri regionali, hanno ridotto il nostro ospedale a un colabrodo, e siamo costretti a rivolgerci alle banche per mandare avanti i progetti  e le strutture di eccellenza”. Tacconi ancora crede nel listone di centro, “un listone che aggreghi quella molteplicità di civiche sono ben presenti sul nostro territorio”. Ma lascia intendere chiaramente che chi non ha credto nell’idea è il segretario regionale dell’Udc ,Tonino Pettinari, con il quale i rapporti non sono propriamente idilliaci.
Ma ecco la novità: il “ciclone” Tacconi tira fuori l’ennesimo coniglio dal suo cappello e rivolge, attraverso il nostro giornale, “un appello a Giuliano Bianchi (nella foto al centro) affinchè, vincendo le sue titubanze, scenda nell’agone politico”. Ma per chi? Con il centro destra? O a capo del listone di centro? Tacconi non lo spiega. Sa una cosa però: “Bianchi sarebbe un grande sindaco, basta guardare cos’ha fatto nella Camera di commercio di Macerata, che è diventata tra le prime in Italia”. Crediamo già di anticipare la risposta di Bianchi: no, grazie.
Intanto sul fronte del Pd sono in atto le grandi manovre nel tentativo di di far ritirare almeno due dei quattro candidati. La situazione, però, nel momento in cui scriviamo è ancora del tutto magmatica.
Piepaolo Tartabini, è ufficiale, sarà il candidato per la sinistra alle primarie di coalizione. “Il fatto che alle primarie- si legge  nel comunicato di Sinistra e Libertà – accanto ai candidati del Pd e a Massimiliano Bianchini che si è espressamente dichiarato nè di destra nè di sinistra, mancasse una figura propriamente “di sinistra” abbiamo accelerato una scelta che era già emersa nell’assemblea pubblica del 15 novembre”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X