Minacce a “Porta a Porta” a nome delle Br. Denunciato

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

portaaporta

(Ansa)

Un uomo di 60 anni, residente ad Ancona, è stato denunciato dagli uomini della Digos, diretti da Antonio Nicolli, per procurato allarme.
Ieri pomeriggio aveva fatto una telefonata anonima alla sede Ansa delle Marche minacciando, “a nome delle Brigate Rosse”, che tre ripetitori della Rai sarebbero fatti stati esplodere se la trasmissione di Raiuno “Porta a Porta” fosse andata in onda. La puntata era quella sulla ricostruzione in Abruzzo con il presidente del Consiglio ospite.
L’uomo, che non ha precedenti né collegamenti con gruppi eversivi, aveva chiamato dal telefono di casa, e gli investigatori hanno individuato l’utenza telefonica nel giro di poche ore. Accompagnato in questura l’uomo, che è apparso piuttosto spaventato per le conseguenze di quello che ha definito “solo uno scherzo”, ha ammesso subito di essere l’autore della telefonata. “Non pensavo di scatenare tutto questo”, ha detto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X