Da Potenza Picena a Biella,
la storia di coach Giannini

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

lallenatore_del_Biella_Volley_Romano_Giannini

di Francesco Ciccarelli

Da diversi anni ci sono alcuni allenatori che nella pallavolo portano il nome delle Marche fuori dal nostro territorio con successo. Ricordiamo tra questi Alberto Giuliani prossimo allenatore a Cuneo, oppure Giampaolo Medei che, dopo un anno a Potenza Picena in serie B1, probabilmente andrà a Latina per affiancare l’ex allenatore della Lube Daniele Ricci. In serie B1 c’è però un altro marchigiano che da alcuni anni sta ottenendo discreti risultati. Si tratta di Romano Giannini (nella foto) che, nato a Potenza Picena, ha mosso i primi passi nella pallavolo proprio nella società di casa. Lasciata Potenza Picena si è trasferito a Macerata alla Montalbano Volley. Dopo questa esperienza nuovo trasferimento a Caldarola dove ottenne nel femminile una promozione nel campionato di serie D con una retrocessione maturata ai play out l’anno dopo. Terminata l’esperienza a Caldarola si è trasferito a Porto Recanati dove è rimasto per tre anni ottenendo lusinghieri risultati. Ma il suo nome cominciò a farsi notare a livello nazionale quando andò a Grottazzolina ad occuparsi del settore giovanile e a fare da secondo allenatore ad Alessandro Brutti quando la Videx Royal Pat Grottazzolina militava in serie A2 e, nel corso di questa esperienza, subentrò proprio a Brutti nella guida della squadra gialloverde e la portò alla salvezza. Questo però non gli valse la riconferma e così si trasferì in serie B1 a Castelfidardo dove ottenne in due anni altrettante salvezze. Finita questa esperienza ritornò a Grottazzolina da primo allenatore e, nel primo anno ottenne la salvezza all’ultima giornata, mentre nel secondo si dimise a metà stagione ed accettò una chiamata dal Terni portando la squadra umbra dall’ultima posizione ad una salvezza raggiunta senza patemi. Lo scorso anno ha accettato l’offerta in serie B1 della pallavolo Biella e nel primo anno l’ha portata alla finale dei play off persa contro Cavriago. Nella stagione da poco conclusa invece la squadra biellese ha ottenuto un ottimo sesto posto arrivato dopo un girone di andata balbettante ed uno di ritorno a dir poco strepitoso. La rosa della squadra era ben amalgamata tra giovani ed esperti, due su tutti: Bendandi, palleggiatore che ha anche giocato in serie A1 e Batte, opposto conosciuto anche dai tifosi di pallavolo marchigiani avendo militato a Falconara ed anche a Grottazzolina. Nel prossimo campionato Biella vorrebbe confermare Giannini in panchina e presto ne sapremo di più in tal senso. Nella carriera di Giannini va anche registrata un’esperienza vissuta nella Pallavolo Recanati a livello giovanile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X