A Sforzacosta si festeggia
una salvezza da record

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

sforzacosta

di Luigi Labombarda

Maggio è il mese dei playoff e dei playout, e mentre diverse squadre sono ancora impegnate con allenamenti e partite, tra quelle che sono già in vacanza ce n’è una che si è tirata fuori all’ultimo momento: è lo Sforzacosta (2° categoria girone E, nella foto) che, grazie alla vittoria nell’ultima giornata di campionato, ha conquistato una salvezza dopo un girone di ritorno che ha del miracoloso. Al termine dell’andata infatti era il fanalino di coda a 9 punti, specchio di diversi problemi, tra numerosi infortuni, scelte tattiche errate e cambi d’allenatore (via Orazi alla 5° giornata). L’arrivo di Leandro Luchetti come allenatore-giocatore e l’apporto di correttivi alla rosa (arrivano anche Carpineti, Leonardi e Pieristè, a fronte di 7 partenze) ha compattato il gruppo e lanciato la sfida. Una rimonta impossibile da prevedere, un girone di ritorno da 28 punti, 7 vittorie e 7 pareggi, inframezzati da una sola sconfitta con la capolista Montelupone e culminato con la vittoria per 2-0 nello scontro diretto con il Rione Pace, che ha permesso di evitare la coda dei playout e regalato grande gioia al sodalizio del presidente Nicola Leonangeli.

Mister Luchetti, questa salvezza sa di autentica impresa…
“Abbiamo compiuto davvero un miracolo! Quando sono arrivato la squadra aveva 6 punti e mai avrei immaginato di poter arrivare a festeggiare una salvezza con un tale rendimento, da squadra da zona-playoff, per di più alla mia prima esperienza da allenatore.”
Quali sono stati gli elementi che hanno portato a questo risultato?
“La prima impressione che ho avuto è stata di un gruppo di giocatori che aveva le potenzialità ma che in quel momento era allo sbando. Ho dovuto lavorare principalmente sull’aspetto psicologico, motivare i ragazzi al raggiungimento del risultato, partita per partita. La squadra ha disputato le gare con molti alti e bassi, in certi momenti girava tutto bene, regalando anche sprazzi di bel gioco, in altri si demoralizzava e subiva l’avversario. Ho sempre cercato di spronarli e di trasmettere la grinta giusta per affrontare gli incontri. In una categoria, e in un girone come il nostro, dove sono stati alcuni singoli giocatori a fare la differenza, noi abbiamo sopperito con altre caratteristiche.”
Qual è stata la partita in cui ha capito che…”Sì, si può fare”?
“Credo la prima di ritorno, vincendo a Corridonia contro il San Claudio. Ho capito che mantenendo un certo standard di rendimento potevamo farcela. Ma pensavo magari ad una buona posizione nella griglia playout, non di certo ad una salvezza così.”
Questa salvezza porta in calce la firma di Leandro Luchetti?
“Mi prendo la mia parte di merito, il resto va a tutti i miei giocatori: ho sempre avuto fiducia in loro e mi è stata ripagata ampiamente.”

LA ROSA:
PORTIERI: Marzio Moscati, Gilberto Mallozzi.
DIFENSORI: Sergio Calamante, Matteo Pettarelli, Roberto Fraticelli, Cesare Palazzetti, Giovanni Buschittari, Roberto Senzacqua.
CENTROCAMPISTI: Leandro Luchetti, Fabio Ciappi, Dario Alessandrini, Paolo Borghiani, Roberto Carpineti, Matteo Leonardi, Leonardo Menghi.
ATTACCANTI: Alessandro Moretti, Giorgio Nobili, Emanuele Pieristé, Andrea Bettucci.

Allenatore: Leandro Luchetti. Vice allenatore: Alessandro Bagnulo.
Presidente: Nicola Leonangeli
Dirigenti: Stefano Crocetti, Fabio Leonangeli, Enzo Leonangeli, Antonio Tomassini, Giuseppe Maccari.
Massaggiatore: Tommaso Pagnanelli



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X