Baseball serie B, per l’Hotsand
un pari che lascia l’amaro in bocca

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

cingolani1

Si risolve con una partita a testa il confronto fra Matino e Hotsand Macerata nel campionato di serie B di Baseball. Un pareggio che lascia un po’ di amaro in bocca, visto che la compagine pugliese si è dimostrata tranquillamente all’altezza della formazione maceratese, soprattutto nella prima partita. Gara uno che inizia bene per l’ Hotsand con quattro valide colpite sul partente Falzetti che valgono subito due punti, ma la risposta di Matino non tarda ad arrivare grazie soprattutto ad un Palmieri non preciso come al solito, il quale arriva a far entrare tre punti prima di essere rilevato da un buon Sossai che comunque non riesce ad arginare l’attacco pugliese trascinato dalla prestazione del suo pitcher Falzetti, vecchia conoscenza del baseball maceratese, che concede poco alle mazze maceratesi. L’attacco di Macerata si risveglia solo all’ottavo inning mettendo a segno due punti, quando però la partita è già nelle mani di Matino, concludendosi di fatto 8 – 6. Per gara due Sampaolo tira fuori dal cilindro una sorpresa, sarà infatti Marco Menghi il prima base partente, tornando in campo da titolare dopo un calvario lungo un anno e mezzo.
Gara due dominata dai lanciatori con il ritorno di un ottimo Cingolani (nella foto) sul monte, autore di sette inning favolosi in cui ha concesso solamente quattro valide ed un punto alla formazione pugliese. Matino di contro mette in campo il mancino Miuccio, autore anche’esso di una prestazione maiuscola in cui non concede nemmeno una valida fino all’ottava ripresa, anche se l’ Hotsand riesce a segnare ugualmente grazie ad alcune disattenzioni della difesa. Al penultimo attacco il lineup maceratese si sveglia e mette a segno ben 5 punti arrivando in base per ben 11 volte.  La partita si conclude quindi con il risultato di 7-1. Le considerazioni per questa giornata sono tutte nelle parole di Marco Menghi, senza dubbio la nota più positiva di questa trasferta: “Il nostro errore è stato quello di sottovalutare la prima partita, mentre nella seconda abbiamo avuto una buona reazione, giocando una gara attenta e precisa”. Alla domanda su come è stato il ritorno in campo, il giovane Menghi trova una sola parola: “Emozionante. Essere di nuovo parte della partita è stata un’emozione fortissima”. Ora l’ Hotsand approfitterà di una pausa per ricaricare le pile, prima di affrontare in casa la formazione degli Athletics di Bologna, partita che si rivelerà importante per la giovane formazione di Sampaolo, che dovrà stare bene attenta a non farsi sfuggire, anche se la situazione in classifica (.500) sta mettendo in luce il buon lavoro svolto finora.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X