Impianti sportivi,
la situazione in provincia

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

monaldi

di Francesco Ciccarelli
Sono 46 i Comuni che hanno aderito al progetto di promozione dell’educazione motoria nelle scuole che – secondo quanto dichiarato dal consigliere delegato allo sport della Provincia di Macerata Antonio Monaldi (nella foto) – “Ha raggiunto il 93% dei Comuni aderenti. Questo non è il solo progetto realizzato dalla Provincia nei 4 anni e mezzo di mandato, ma ve ne sono altri molto interessanti come “La giornata dello sport”, una serie di convegni appoggiati o organizzati direttamente dalla Provincia con esperti di alimentazione sportiva, con persone che promuovono lo sport negli enti di promozione sportiva e con società che danno la possibilità ai diversamente abili di praticarlo. Si è cercato di parlare molto con i genitori, di organizzare sport insieme con i Comuni, di far collaborare tra loro varie società sportive per accrescere il senso polisportivo, di evitare di dare risorse a pioggia, di incentivare la riapertura degli oratori e di favorire gestioni sane con progetti realizzabili nel tempo, di promuovere libri che invitano i giovani allo sport sano, di far in modo che gli enti ecclesiali collaborassero con la Provincia  per aiutare i più piccoli a crescere in uno sport sano e pulito, di migliorare l’organizzazione delle olimpiadi provinciali che nel 2011 verranno organizzate a Corridonia, di incentivare la pratica dello sport a scuola durante l’ora di educazione fisica, di far in modo che lo sport incentivi il dialogo tra genitori e figli. Nel 2009 ripeteremo la giornata dello sport  e poi avvieremo una serie di convegni che sensibilizzino le società a puntare ancora di più sui settori giovanili, i genitori a lasciare scegliere ai figli lo sport da praticare liberamente, si cercherà di mettere a punto iniziative in collaborazione con altri assessorati della Provincia e di valorizzare iniziative di respiro non solo locale, ma anche nazionale ed internazionale”.
Come è la situazione dell’impiantistica nella provincia di Macerata?
“E’ migliorata moltissimo perché i Comuni hanno investito diverse risorse nella promozione dello sport, nella valorizzazione degli sport cosiddetti minori e nelle scuole. La Provincia, per quanto riguarda l’impiantistica sportiva, ha competenza soprattutto sulle palestre delle scuole di cui ha la responsabilità e lì si è cercato di dotarle di attrezzature sempre all’avanguardia, di studiare nuove discipline che non annoiassero gli studenti durante l’ora di ginnastica, di controllare che venisse effettuata una corretta manutenzione secondo le leggi e di mettere a norma quelle palestre che non lo erano”.
In futuro c’è un nuovo progetto che la Provincia realizzerà?
“Si, riguarderà la promozione dell’attività motoria per adulti ed anziani”.
Come va la collaborazione tra il Coni provinciale e la Provincia di Macerata?
“Direi molto bene. In questi anni abbiamo avuto un contatto costante con il Coni insieme al quale abbiamo realizzato progetti interessanti  ed il Coni stesso ha appoggiato altre iniziative sportive progettate dalla Provincia stessa. Del resto, in un periodo di crisi come quello che attualmente sta attraversando la nostra nazione, essere uniti è fondamentale per non sprecare risorse”.
Come mai a Macerata ancora non si riesce a costruire un impianto che permetta la pratica del nuoto?
“Questa non è una materia che compete alla Provincia. Tuttavia, parlando con il collega consigliere delegato allo sport del Comune di Macerata Alferio Canesin, ho appreso che entro breve tempo anche questo nodo dovrebbe essere sciolto in modo positivo per Macerata e, direi, anche per tutta la Provincia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X