Champions, la Lube perde in Belgio.
Esordio per il giovane Piccinini

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

4050-6694-g

 

Peccato. La Lube è arrivata ad un passo dalla matematica certezza di chiudere il girone di Champions al comando ma ha lasciato ancora aperto tale discorso dopo la sconfitta in terra belga per 3-1 (25-21, 25-21, 19-25, 30-28). La nota più lieta di una serata che ha riservato gioie solo ai belgi del Roeselare è rappresentata dall’esordio assoluto in Champions per il giovanissimo centrale Gianluca Piccinini (classe ’90). La compagine biancorossa, seppur presentatasi in Belgio priva di Corsano, Vermiglio, Omrcen, Rodrigao e Swiderski ha dato comunque la sensazione che i due set richiesti per la matematica certezza del primato potevano essere vinti. Ma pazienza, alla fine la posta in palio era davvero poco più che irrisoria. Andando a dare un’occhiata ai parziali nei primi due la formazione di casa ha chiuso con un duplice 25-21 prima di rivedere una buona Lube nel terzo set, vinto dai cucinieri 25-19. Il quarto set è stato un susseguirsi di emozioni e così dapprima il Knack aveva raggiunto un importante +5 sul 17-12 prima di dilapidare tutto e trovarsi a fronteggiare punto a punto i biancorsossi nel finale del set che però, come detto, è andato con il punteggio di 30-28 ai ragazzi di casa. Sconfitta indolore, dunque, per la Lube che ora si rituffa immediatamente sul campionato. Domenica al Fontescodella arriva Trento e in questi giorni saranno da valutare le condizioni di Corsano e Swiderski.

 

Nella foto: Andrea Giovi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X