La carica dei 1.500
giocatori di bocce

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

In provincia ci sono diversi sport che spesso e volentieri non sono catapultati dall’attenzione dei media e che comunque presuppongono abnegazione, sacrifio e determinazione nell’arrivare al traguardo prefissato. Questa volta siamo andati a scoprire qual è lo stato di salute delle bocce nella nostra provincia e abbiamo altresì scoperto che la situazione è davvero rosea e florida. A parlare con noi è il presidente provinciale della Federazione Bocce. Angelo Scocco.

Presidente la prima domanda è d’obbligo. Qual è lo stato di salute delle bocce in provincia?

“La situazione è certamente soddisfacente perchè il movimento risulta essere sempre particolarmente attivo e pieno di iniziative interessanti che garbano notevolmente i diretti interessati”.

A dicembre se non vado errato si conclude il quadriennio di sua presidenza…

“In teoria è così ma con ogni probabilità continuerò per la sesta volta consecutiva ad avere questo mandato. Se sarà così dai possibili 20 anni di presidenza si passerà ai 24 e ciò rappresenta un record a tutti gli effetti”.

Ho sentito mormorare da più parti che è difficile trovare presidenti per la vostra federazione. Perchè?

“Semplicissimo. Chi fa il presidente provinciale delle bocce lo fa gratis nel senso che noi abbiamo solo dei piccoli rimborsi spese e perciò è facile intuire che chi fa questa cosa lo fa prettamente per passione come il sottoscritto”.

Passando ad altra argomentazione, com’è la situazione impiantistica nella nostra provincia?

“Ottima direi. Credo fortemente che sia una delle migliori della nazione perchè abbiamo degli impianti davvero molto belli che tra l’altro hanno ospitato a Recanati i campionati italiani e la manifestazione ha raccolto consensi da ogni dove”.

Passando ai numeri quante sono le società della provincia?

“Ben trenta con 1.500 atleti. Abbiamo una squadra che partecipa al campionato di serie A (Fontespina) e due squadre che gareggiano in serie C che sono la bocciofila Sangiustese e quella di Corrridonia”.

Tra l’altro sono diversi gli atleti che in giro per la nazione conquistano successi…

“Pensate che in tre ragazzi della categoria Ragazzi in questa annata hanno conquistato la bellezza di 15 gare nazionali, la metà di quelle disputate. 7 sono state vinte da Simone Rossetti, 5 da Luca Capponi e 3 da Mattia Garafolo”.

Ma il fiore all’occhiello della provincia è rappresentato da Alessio Foglia…

“Indubbiamente. Sono due anni consecutivi che si laurea campione italiano e quest’anno con la nazionale è diventato campione europeo. Una soddisfazione inimmaginabile per lui ma per tutto il nostro movimento”.

Andrea Busiello



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X