Sedici mesi per affidare la gestione
del bar dell’ospedale di San Severino:
canone di 34mila euro annui

AST - La determina di aggiudicazione pubblicata nei giorni scorsi all'albo pretorio dell'azienda sanitaria: la ditta anconetana Vega srl dovrebbe iniziare la gestione del locale il prossimo 15 febbraio

- caricamento letture

ospedale-san-severino-1-650x488di Luca Patrassi

Corto il caffè, lunga la procedura di gara. Da parecchio tempo le procedure per la concessione del servizio di gestione dei bar dell’azienda sanitaria territoriale maceratese non marciano spedite, come anche le revoche. All’albo pretorio l’ultima arrivata è la determina, firmata da un dirigente Ast, per l’affidamento della gestione del bar della struttura ospedaliera di San Severino. Gara vinta dalla Vega srl di Ancona, 34mila euro annuali di canone per cinque anni e il 10% circa di royalties sugli incassi. Una voce importante in entrata per le casse delle aziende sanitarie pubbliche.

Il caso del bar dell’ospedale di San Severino. Si parte il 7 ottobre del 2022 con una determina della direzione generale dell’allora Asur di indizione di «una nuova procedura telematica sotto soglia per l’affidamento della concessione del servizio di gestione bar interni dell’ex Asur – Area Vasta 3 di Macerata, oggi Ast Macerata, (struttura di Civitanova, di Camerino e di San Severino), da svolgersi mediante l’utilizzo della piattaforma digitale di e-procurement denominata Mercato elettronico».

L’affidamento della concessione è stato avviato con la pubblicazione della richiesta di offerta (rdo) in data 17 ottobre 2022, mediante procedura negoziata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo». Il tempo della pubblicazione ed emergono alcuni problemi, come scritto nella determina Ast: «In esito ad alcune richieste di chiarimenti si è reso necessario procedere a sospendere la rdo in questione ed in esito all’approfondimento istruttorio si è provveduto ad approvare l’aggiornamento della documentazione di gara. Quindi, essendo scaduti i termini e non essendo tecnicamente possibile riattivare la rido in data 5 dicembre 2022 si è provveduto a riaprire i termini di presentazione dell’offerta». Entro il termine di scadenza delle offerte, fissato per il 16 dicembre 2022 sono state presentate tre offerte. Il 30 dicembre 2022 è stata nominata la commissione di gara. A gennaio 2023 l’apertura delle buste, a febbraio l’esame della commissione giudicatrice che trasmette la relazione tecnica. Successivamente alla redazione della graduatoria provvisoria del lotto riguardante San Severino, in esito alla verifica dei requisiti generali, è emersa la presenza della causa di esclusione del primo classificato, una ditta che già aveva avuto problemi con la gestione di un altro bar dell’azienda. Infine la determina di aggiudicazione dei giorni scorsi alla Vega srl che dovrebbe iniziare la gestione il prossimo 15 febbraio al canone di 34mila euro, Iva escluso e con royalties quantificate nel 10,6% degli incassi. Procedura chiusa oltre i sedici mesi dall’avvio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X