Trovata l’intesa per i palazzi della Pace,
arriva la firma della convenzione.
Si ricostruiscono 150 alloggi

MACERATA - Domani in Comune ci sarà il commissario Guido Castelli, premiata l'azione dell'assessore comunale Silvano Iommi. Corsa contro il tempo per fare partire la demolizione prima della riapertura delle scuole ed evitare così i disagi

- caricamento letture

guido-castelli-e1687963601791-325x248

Guido Castelli, commissario alla Ricostruzione

di Luca Patrassi

Lo scatto finale porta la firma del commissario alla Ricostruzione post sisma Guido Castelli: domani pomeriggio in Comune a Macerata ci sarà la firma della convenzione preliminare per dare al via alla complessa operazione di demolizione e di ricostruzione dei quattro palazzoni lungo via Maffeo Pantaleoni resi inagibili dal sisma con rifacimento del muro di contenimento stradale.

Operazione che riguarda, sul versante privato, 150 famiglie proprietarie degli alloggi in questioni realizzati nei primi anni Cinquanta del secolo scorso. Scatto finale del commissario Castelli, ma operazione pensata e sostenuta dall’assessore comunale all’Urbanistica Silvano Iommi che, negli anni, ha firmato tutti i passaggi riuscendo a rimuovere diverse incrostazioni burocratiche. Domani appunto la firma della convenzione preliminare tra Ufficio speciale per la ricostruzione postsisma, il Comune e i rappresentanti dei condomini citati, poi il passaggio autorizzativo formale per dare il via ai lavori.

Un cantiere importante, per i risvolti sociali – sono poco meno di cinquecento le persone interessate al rifacimento degli alloggi – e per quelli legati alla viabilità visto che si tratta di un quartiere popoloso e che di fronte ai palazzi c’è una grande scuola cittadina. Esattamente per cercare di ridurre i disagi legati alla demolizione dei palazzi, c’è una corsa contro il tempo per far partire il cantiere il prima possibile andando ad operare prima della riapertura delle scuole. Intanto l’attenzione è rivolta alla cerimonia di domani. Il costo  complessivo dell’operazione era stato stimato lo scorso anno in circa 43 milioni di euro, otto milioni per la realizzazione della paratia e del rinnovo dei sottoservizi sia della strada che della zona da ricostruire



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X