Restyling della frazione di Cupi,
aggiudicati i lavori per 744mila euro

VISSO - Il termine per l'intervento di riqualificazione della frazione è previsto in 430 giorni. Appaltato anche il rifacimento di alcune strade tra Macereto, Fornaci, Aschio, Ponte Chiusita e Sellano per un totale di 226mila euro
- caricamento letture

spiganti

Gianluigi Spiganti Maurizi, sindaco di Visso

 

di Monia Orazi

Al via la riqualificazione di Cupi a Visso ed il rifacimento di alcune strade tra Macereto, Fornaci, Aschio, Ponte Chiusita e Sellano, rimaste dissestate dopo il sisma. Il comune di Visso ha reso noto che sono stati aggiudicati i lavori di riqualificazione urbana e infrastrutturale della frazione per un importo pari a 744.000 euro, ad aggiudicarseli l’Adriatica Bitumi di Ascoli Piceno, che ha presentato un ribasso del 13,7 per cento. Ci vorranno 430 giorni per realizzare quanto previsto. L’intervento in progetto è rivolto al conseguimento di obiettivi di riqualificazione ambientale della frazione di Cupi. Il rifacimento delle infrastrutture a rete, con particolare riferimento alla rete fognaria, agli impianti di depurazione delle acque e all’acquedotto, è volto alla riduzione dell’impatto ambientale e di salvaguarda della risorsa idrica.

Riveste, inoltre, particolare importanza, nel processo di riqualificazione il ruolo della mobilità sostenibile, realizzando aree attrezzate per la ricarica di auto elettriche ed e-bike. L’impianto di pubblica illuminazione verrà integrato, mantenendo lo stesso assorbimento attuale mediante l’impiego di apparecchi e lampade con migliori caratteristiche di illuminazione e minor consumo di energia elettrica. Come previsto dalla normativa regionale, dopo la mezzanotte saranno spente delle lampade sulle strade secondarie della frazione, garantendo la riduzione del 30% dei consumi. In relazione alle attività economiche presenti sul territorio l’incremento dell’offerta turistica ricopre un ruolo certamente determinante, attraverso l’incremento dell’attività turistica che vanta, allo stato attuale, una richiesta certamente superiore all’offerta.

Le attività presenti sull’area potranno incrementare il numero e la qualità dei servizi offerti, creando altresì nuovi spazi e opportunità di investimento per un turismo “ecosostenibile” ancorché legato alle tradizioni locali. La rigenerazione della frazione avverrà anche tramite la creazione di punti di ritrovo che miglioreranno la socialità. La piazza centrale sarà pavimentata in pietra di recupero e gli spazi saranno riorganizzati anche mediante l’inserimento di elementi di arredo e panchine per migliorare la vivibilità dell’area. L’area giochi e l’area di ristoro per i ciclisti aumenteranno i luoghi di ritrovo, attualmente non presenti nella frazione. Erano state invitate a partecipare 15 ditte solo quattro hanno presentato un’offerta valida. Si tratta di uno degli interventi di attuazione del piano nazionale complementare sisma, i lavori sono stati appaltati dalla stazione unica appaltante della Regione Marche.

L’altra opera aggiudicata riguarda gli interventi sulle strade comunali denominate via Macereto, Fornaci, Aschio, Pontechiusita, Sellano. L’importo è di 226mila euro, sono state invitate a partecipare 15 imprese e la dritta aggiudicataria è stata la Francucci di Treia, che ha presentato un ribasso dell’11 per cento. Ci vorranno 235 giorni per terminare i lavori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X