Videopoesia ispirata a Montale,
San Severino “presente”
alla mostra di Venezia

DUE RIFERIMENTI alla città settempedana. La Argolibri, marchio editoriale collegato alla rivista Argo della casa editrice, casa di produzione cinematografica, ha sede a Rocchetta. La poesia “Avevamo studiato per l’aldilà”, tratta dalla sezione Xenia, fu invece pubblicata per la prima volta dalla tipografia Bellabarba
- caricamento letture

 

Wim-Wenders

Wim Wenders, sarà la voce narrante

La 79esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, organizzata dalla Biennale di Venezia e diretta da Alberto Barbera e che si svolgerà al Lido di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre, parlerà un po’ settempedano. “In quanto a noi”, videopoesia del regista di animazione Simone Massi, con la voce narrante di Wim Wenders, che si ispira alla poesia “Avevamo studiato per l’aldilà” di Eugenio Montale e prodotta dall’associazione Nie Wiem da Francesco Appoggetti e dallo stesso Massi, verrà presentata in anteprima mondiale nella sezione fuori concorso cortometraggi. Duplice il riferimento alla città di San Severino. La Argolibri, marchio editoriale collegato alla rivista Argo della casa editrice, casa di produzione cinematografica e impresa creativa non profit Nie Wiem, ha infatti sede a Rocchetta. La poesia di Montale, tratta dalla sezione Xenia, fu invece pubblicata per la prima volta dalla tipografia Bellabarba di San Severino.

Quanto alla videopoesia, la colonna sonora della stessa sarà affidata a Stefano Sasso, le riprese a Julia Gromskaya e la post-produzione a Lola Capote Ortiz. La videopoesia è stata realizzata con il sostegno della Regione Marche.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X