Rifiuti, il Pd provinciale attacca:
«Tariffe aumentate, niente discarica
Il centrodestra fa solo annunci»

MACERATA - Un documento votato dalla direzione provinciale del Partito Democratico affronta anche la questione della posizione del presidente del Cosmari Pezzanesi dopo la pronuncia dell'Anticorruzione, l'invito è a dimettersi senza ricorso al Tar
- caricamento letture
Sciapichetti_PD_FF-5-325x217

Angelo Sciapichetti, segretario provinciale del Pd

Il segretario provinciale dem Angelo Sciapichetti boccia su tutta la linea – regionale, provinciale e locale – la politica del centrodestra sul fronte dei rifiuti e torna a chiedere di definire la collocazione della nuova discarica, di definire la politica regionale sui rifiuti e di prendere atto – senza ricorsi al Tar – della decisione dell’Anticorruzione per il presidente del Cosmari Giuseppe Pezzanesi. «La direzione provinciale del Pd, preso in esame il problema dei rifiuti nella provincia di Macerata, esprime forte preoccupazione per le pesanti ricadute economiche che graveranno sui cittadini del nostro territorio nei prossimi mesi a seguito dell’assoluta immobilità dell’amministrazione provinciale e regionale. Nulla infatti ad oggi è dato sapere sull’individuazione della nuova discarica di appoggio, in sostituzione di quella di Cingoli in fase di esaurimento, nulla, a due anni del suo insediamento ha prodotto l’Assessore regionale all’ambiente Stefano Aguzzi per approvare il nuovo piano regionale dei rifiuti e di conseguenza i piani provinciali».

Annunci ad effetto e una sola realtà, secondo Sciapichetti, l’aumento delle tariffe:  «I cittadini hanno però capito sulla propria pelle che la Tari è aumentata e si stanno drammaticamente accorgendo che sul tema ambientale non c’è la pur minima idea di cosa si vorrebbe fare per il futuro. Siamo fermi ai titoli ad effetto come quelli della realizzazione di un termovalorizzatore che non si potrebbe neanche alimentare per mancanza di materia prima in una provincia come la nostra di poco più di trecentomila abitanti o in una regione che non arriva al milione e mezzo di cittadini e che ha una raccolta differenziata (tra le prime d’Italia) che supera il 72%  nelle Marche e il 75%  nella nostra provincia». Non solo critiche, la proposta firmata Pd: «Non si è  voluto fino ad oggi neanche prendere in considerazione la proposta fatta dal Pd di ragionare in termini interprovinciali  per la realizzazione di impianti (biodigestore, discarica) dal costo di milioni di euro che comunque alla fine ricadranno sulla testa dei cittadini. A tutto ciò, si aggiunge la recente delibera dell’Anac, il Pd ne prende atto, fa appello al senso di responsabilità del presidente Giuseppe Pezzanesi e lo invita a rassegnare le dimissioni. Ad onor de vero, già un anno fa, in occasione del rinnovo del Consiglio di amministrazione  il Partito Democratico provinciale mise in guardia tutti sui rischi relativi all’elezione (per la prima volta dopo decenni)  di un sindaco alla presidenza del Cosmari; purtroppo non fummo ascoltati e alla fine, per senso di responsabilità, i nostri sindaci votarono Peppe Pezzanesi proposto dal centro destra per non interrompere quel metodo di lavoro che ha visto da sempre gli amministratori di centro sinistra e quelli di centro destra collaborare insieme nella gestione del consorzio».

Ora una posizione netta, quella presa dalla direzione provinciale Dem ed ufficializzata dal segretario Angelo Sciapichetti: «Siamo contrari  quindi ad un paventato ricorso al Tar anche se è superfluo sottolineare che sta nella legittima facoltà del presidente decidere se presentarlo o meno, ma per il nostro partito la delibera dell’Autorità  Nazionale Anticorruzione non può essere lasciata cadere nel vuoto».

«Pezzanesi controllante e controllore, deve dimettersi dal Cosmari Sanzioni a chi gli ha dato l’incarico»

«Pezzanesi non poteva essere presidente» L’Anticorruzione si “abbatte” sul Cosmari

Rogo al Cosmari, prorogata l’ordinanza per abbancare a Fosso Mabiglia 500 tonnellate di rifiuti

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =