“Evasori” del sacchetto col microchip:
«Il 20% delle famiglie non l’ha mai usato»

PORTO RECANATI - L'assessore all'Ecologia Riccetti: «Abbiamo scoperto che la situazione riguarda 1.500 utenti. D'ora in poi tolleranza zero. Toglieremo tutti i cassonetti della differenziata e per i commercianti sarà fatta un'apposita isola ecologica»
- caricamento letture
Unknown

Alcuni dei cassonetti che saranno tolti

di Giulia Sancricca

Porto Recanati scopre i furbetti della raccolta differenziata. L’amministrazione guidata dal sindaco Andrea Michelini, negli ultimi tempi impegnata nei provvedimenti che possano migliorare il corretto conferimento dei rifiuti, ha scoperto che ben «1.537 utenze non hanno mai ritirato i sacchetti con il chip». A svelare la vicenda è l’assessore all’Ecologia, Lorenzo Riccetti, che annuncia «tolleranza zero» a partire da subito.

Schermata-2022-04-04-alle-16.17.31-325x322

L’assessore Lorenzo Riccetti

«Nessuno – dice – potrà più prendere i sacchetti per la raccolta differenziata privi di chip. Abbiamo scoperto che era una consuetudine di molti, ma non crediamo possibile che quasi il venti percento delle famiglie di Porto Recanati utilizzasse questa pratica. Le situazioni andranno analizzate singolarmente: ad esempio chi è proprietario di due edifici può utilizzare il sacchetto intestato a lui per entrambe le strutture. Non è detto che tutti i 1.537 non siano in regola».
La consuetudine è emersa dopo che alcuni soggetti hanno chiesto al Comune di poter ritirare sacchetti senza chip. «A quel punto – dice Riccetti – abbiamo voluto chiarire la situazione dalla quale sono stati scoperti anche nomi illustri della città».Un problema a cui la nuova amministrazione vuole porre fine. «Inizieremo subito un controllo incrociato e tutti dovranno impegnarsi per il corretto conferimento della raccolta indifferenziata.
Non c’è da stupirsi – dice – se Porto Recanati è il fanalino di coda dei Comuni ricicloni in provincia ed ecco spiegato anche il motivo per cui in città c’erano molti cassonetti per la raccolta indifferenziata». È per questo che l’amministrazione, già dalle scorse settimane, aveva annunciato l’eliminazione dei cassonetti gialli. «I primi ad essere tolti sono stati quelli di Scossicci – ricorda Riccetti – ma ora procederemo anche allo Zeus e al Borgo Marinaro. Nell’ultimo caso, però, sarà realizzata un’isola ecologica a disposizione dei soli negozianti che potranno accedervi con le rispettive chiavi».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =