Inclusione e sport,
“Tutti X Uno” non si ferma

MACERATA - Il progetto coinvolge anche bambini e ragazzi con disabilità e offre loro la possibilità di scegliere e di praticare una disciplina sportiva
- caricamento letture

tutti-per-uno-sito-1160x540-1-325x151Nato grazie alla sinergia di intenti e di lavoro tra gli assessorati ai Servizi sociali e allo Sport, guidati rispettivamente dal vice sindaco Francesca D’Alessandro e dall’assessore Riccardo Sacchi, il progetto di inclusione sociale e sport, gratuito, per bambini e ragazzi “Tutti X Uno” ha l’obiettivo di promuovere lo sport come sano stile di vita e strumento di crescita per uno sviluppo psico-fisico ottimale. Un progetto iniziato da oltre tre mesi e per cui tutt’ora si sta continuando a sollecitare i giovani e le persone con disabilità a partecipare a questa opportunità completamente gratuita, che in questo tempo di pandemia, rappresenta un’occasione importante.

Oltre ai due assessorati, “Tutti X Uno” conta anche sulla collaborazione tra più realtà sociali-sanitarie, educative e sportive del territorio quali i servizi sanitari pubblici e convenzionati, le associazioni sportive del territorio, la Cooperativa il Faro, le agenzie educative, l’Anffas, l’associazione Piombini Sensini e il Garante dei minori.

Il progetto, come noto, è nato dall’esigenza, soprattutto in questo tempo di pandemia in cui le chiusure hanno reso ancora più complesse le dinamiche relazionali, di supportare e sostenere bambini, adolescenti e famiglie, che hanno fragilità socio-relazionali ed economiche.

Il progetto coinvolge anche bambini e ragazzi con disabilità e offre loro la possibilità di scegliere e di praticare sport, in questo modo l’attività sportiva a fine educativo diventa grazie a “Tutti X Uno” una modalità di partecipazione.

Assessori-DAlessandro-e-Sacchi

Francesca D’Alessandro e Riccardo Sacchi

«Lo sport, lo sappiamo, è un veicolo di inclusione, aggregazione e partecipazione con un ruolo sociale fondamentale – interviene il vice sindaco e assessore alle Politiche sociali Francesca D’Alessandro – che permette lo sviluppo di capacità e abilità essenziali per una crescita equilibrata anche da parte dei disabili. I ragazzi con questo progetto hanno l’opportunità di costruire percorsi relazionali significativi anche nell’ottica di superare l’isolamento soprattutto in questo periodo di pandemia e vivere in una condizione di normalità e di armonia con sé stessi e non ultimo per prevenire disagi».
« ‘Tutti X Uno’ rappresenta uno strumento vincente per combattere i disagi sociali – interviene l’assessore allo Sport Riccardo Sacchi -. Fa leva infatti sullo sport che, con le sue molteplici discipline, da sempre è fautore di sani principi, in grado di unire e trasmettere valori morali importanti».

Il progetto si sviluppa su tre aree di intervento diverse: la partecipazione gratuita dei bambini/ragazzi all’interno delle squadre sportive gestite dalle associazioni sportive che hanno aderito a “Tutti X Uno”, la costruzione di uno spazio a loro dedicato gestito da educatori professionali dediti alla peer education (educazione tra pari) e finalizzati al multi sport e la partecipazione gratuita dei giovani con disabilità e con particolare attenzione alla sindrome dello spettro autistico, alle attività laboratoriali sportive che saranno predisposte dall’equipe socio – sanitaria di riferimento, tenendo conto delle diverse fasce di età, caratteristiche del gruppo.

L’offerta di “Tutti X Uno” è proposta in diversi ambiti sportivi, per ampliare le possibilità di scelta delle famiglie integrate in corsi e attività inclusive che verranno svolte, per quanto possibile, outdoor per recuperare quel contatto con l’ambiente naturale che è stato sottratto ai giovani con conseguenze negative sullo sviluppo psicofisico dei giovani.

Altro e fondamentale obiettivo del progetto, che richiama lo slogan “Tutti X Uno”, è la reciprocità e cioè quella relazione che si costruisce insieme, in cui ognuno è legato all’altro, riconosciuto dall’altro.

Tra le altre finalità di “Tutti X Uno” vi sono quelle di supportare le famiglie con fragilità socio-economiche per garantire la partecipazione dei propri figli alle attività sportive, incoraggiare e promuovere la partecipazione più estesa dei bambini/ragazzi a cui il progetto è dedicato alle attività sportive ordinarie a tutti i livelli, e infine, ridurre il rischio della povertà educativa stimolando il lavoro in coppia, di gruppo e in generale la collaborazione tra ragazzi.
Inoltre “Tutti X Uno” vuole garantire che i partecipanti abbiano la possibilità di organizzare, sviluppare e partecipare ad attività sportive e ricreative specifiche e incoraggiare la messa a disposizione, su base di uguaglianza con gli altri, di adeguati mezzi di istruzione, formazione e risorse e intende potenziare le occasioni di crescita, socializzazione ed aggregazione sul territorio maceratese e infine, consolidare la rete di collaborazione tra il Comune e il terzo settore e l’associazionismo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =