«E’ il sindaco a creare confusione
tra la sua azienda e il Comune»

MACERATA - La risposta alla Med Store dei consiglieri comunali del Pd: «La mail inviata per sostenere il progetto dei Cento Mecenati dimostra la fondatezza delle critiche di Ninfa Contigiani, contestiamo l'inopportunità politica»
- caricamento letture

 

ConsiglioComunale_FF-8-325x217

Il gruppo consiliare del Pd di Macerata

Dopo la replica della Med Store alla consigliera del Pd Ninfa Contigiani, che aveva parlato di conflitto di interessi tra il Comune e l’azienda del sindaco, oggi sono i consiglieri comunali dem a tornare sulla vicenda:  «L’amministratore della Med Store, Stefano Parcaroli, deve rivolgere le lamentele contenute nel comunicato stampa di alcuni giorni fa a suo padre, Sandro Parcaroli sindaco di Macerata, invece che alla consigliera comunale Ninfa Contigiani – si legge nella nota del Pd –  Infatti, è proprio il sindaco che crea una confusione di ruoli: basti vedere, ad esempio, la mail del gennaio 2021 inviata dalla Med Store, che si allega (foto in basso), con cui si chiedeva di sostenere il progetto dei Cento Mecenati dello Sferisterio dove Sandro Parcaroli si firmava sia come “Founder Med Store” che come “Sindaco di Macerata”. È del tutto evidente che questi comportamenti creano una confusione dei ruoli aziendali privati con quelli istituzionali che i consiglieri comunali hanno pieno diritto di valutare politicamente come inopportuna, come è stato fatto. Inoltre, il silenzio del sindaco stride ancor più di fronte al comunicato della sua azienda che rischia di apparire come un tentativo di mortificare l’attività istituzionale di una consigliera comunale. Tutto ciò – proseguono i consiglieri di opposizione – dimostra la debolezza di un sindaco che, dopo un solo anno di amministrazione, deve già far fronte alle critiche dei suoi sostenitori, i quali l’hanno votato in cerca di un cambiamento rispetto alla precedente Amministrazione ed, invece, si trovano a verificare una sua sostanziale continuità rispetto al suo predecessore Carancini: si veda l’assenza di nuova progettualità ed il limitarsi a portare avanti le opere intraprese da chi c’era prima nonché la mancanza di nuova classe dirigente rispetto alle nomine di Apm e di altri Enti. Tutto ciò avviene per l’assenza di visione e di strategia di intervento rispetto alle problematiche cittadine. In conclusione, si rimane stupefatti perché ad una legittima critica politica rivolta al sindaco risponde la sua azienda trasferendo il confronto dal luogo naturale, quello del dibattito democratico, a quello delle paventate azioni giudiziarie, chiaramente improprio. Ciò nonostante continueremo a svolgere il nostro ruolo istituzionale con fermezza».

mail-di-parcaroli-ai-mecenati

Med Store contro la Contigiani: «Accuse infondate, nessun contratto col Comune di Macerata»

«Si erge a prof di buona amministrazione chi ha fatto perdere alla città 10 milioni Ricordiamo l’operato della Giunta Carancini»

Cherubini al centrosinistra: «Hanno strumentalizzato una tragedia, così come fece il centrodestra con Pamela»

Il centrosinistra un anno dopo le elezioni: «Con Parcaroli Macerata ha perso potere, amministrazione succube dei partiti»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X