L’effetto blogger in provincia:
dalle cascate perdute di Sarnano
al vivere senza affanni

LE ESPERIENZE di alcuni marchigiani nella giornata mondiale dedicata a questa professione. Nadia Stacchiotti: «Mi permette la promozione del territorio con alti numeri di visibilità». Marco Costarelli: «I miei post riguardano temi internazionali». Ana Bermejillo: «Cerco di proporre argomenti stimolanti valorizzando Macerata»
- caricamento letture
nadia-e1619870568356-325x270

Nadia Stacchiotti

di Elisabetta Brasca

Il 2 maggio è la giornata dedicata ai bloggers. Nelle Marche non sono in moltissimi ad avere il blog, ovvero un sito web che permette di caricare e condividere contenuti di qualsiasi genere: dalle ricette ai posti visitati. É uno spazio online in cui si possono trattare determinate tematiche scelte dal gestore, a seconda dei suoi gusti.

Blogger è Nadia Stacchiotti di Filottrano che cura dal 2008 “Racconti di Marche”  dove per lo più pubblica contenuti legati alla promozione del territorio come itinerari, curiosità ed escursioni che si possono fare nella nostra regione, incentivando anche la visita dei piccoli borghi. «Il blog rispetto ai social – spiega – richiede molte competenze sia di scrittura per il web che per la gestione tecnica del sito. E’ fondamentale articolare i racconti con delle foto dei luoghi ad esempio visitati. L’anno scorso ho deciso di andare a provare un percorso chiamato “Le cascate perdute di Sarnano” nella provincia di Macerata, un sentiero non molto semplice perché come dice il nome era complicato trovare le cascate, immerse nella vegetazione. Il post ha avuto molto successo con oltre 100mila visualizzazioni su Facebook e 32mila nel blog». Il blog è uno strumento molto utile per esprimere le  proprie passioni, per molti è un lavoro ma per altri è solo un hobby.

image_6483441-2-1-e1619870742729

Marco Costarelli

Marco  Costarelli, di Matelica considera il suo diario digitale come un passatempo dal 2007. Il nome del suo blog è “Smettiamo di correre senza motivo” che richiama la finalità del suo blog e la sua ispirazione nel pubblicare i post. «La logica che mi spinge a scrivere è quella di cercare l’essenziale e vivere all’essenziale nel presente senza affannarmi per le cose superficiali, ecco perché il blog si chiama “Smettiamo di correre senza motivo”. Nel mio blog – spiega- i contenuti spaziano da un tema all’altro, non ho un blog settorializzato e concentrato sulle Marche ma tratto argomenti internazionali che per me possono avere una certa rilevanza». Perchè il blog sia efficace, i contenuti devono essere caricati con costanza e curare ogni minimo elemento come le didascalie, le foto con una buona risoluzione e cercare di interessare le persone a leggerlo. Un blog è una finestra e se quello che lascia vedere è interessante, ispiratore, fatto con cura avrà successo ed ha come vantaggi mettersi alla prova, esplorare e conoscere gente.

PHOTO-2021-04-29-13-45-06-e1619870806793

Ana Bermejillo

É proprio questa la mission di Ana Bermejillo, una mamma di 42 anni originaria di Madrid ma che ora vive a Macerata e che gestisce il blog “Macerata oggi” insieme a Valerio Tatarella, che si occupa delle recensioni letterarie e Gianluca Ercoli, esperto in cinema e serie. Creato nel 2019, il proposito del blog è quello di mostrare e scoprire Macerata in tutte le sue sfaccettature per amarla di più. «Per me il blog è un hobby poiché lavoro in un’agenzia di comunicazione internazionale e sono scrittrice freelance per testate spagnole. Il blog condensa la bella vita di Macerata: cultura, musica, gastronomia e qualsiasi progetto che ci sembra possa essere stimolante. Mi sono subito innamorata di Macerata e provo un amore immenso per questa città che mi ha dato tanto».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X