Protesta di FdI sulla neve:
«Agli operatori della montagna
servono chiarezza e aiuti»

BOLOGNOLA - Flash mob a Pintura: «Grave la chiusura degli impianti (vogliamo sapere quanto sia giustificata), a poche ore dalla tanto agognata riapertura»
- caricamento letture
fdi-sit-in-bolognola-1-650x488

Il flash mob di Fratelli d’Italia oggi a Bolognola

 

Flash mob di Fratelli d’Italia Marche a Pintura di Bolognola per chiedere sostegno agli operatori della montagna. Il partito di Giorgia Meloni spiega che la categoria è «fortemente penalizzata dalle recenti restrizioni del Governo e priva di aiuti concreti» e per questo hanno scelto di manifestare in un luogo, tra l’altro, tra quelli colpiti dai terremoti del 2016.

Alla manifestazione “La montagna merita rispetto. Non Speranza” presenti i consiglieri regionali Fdi, Elena Leonardi, Pierpaolo Borroni, Andrea Putzu e Nicola Baiocchi, il coordinatore provinciale di Macerata, Massimo Belvederesi, i segretari provinciali di Fermo e Ascoli, Andrea Balestrieri e Antonio Vagnoni, l’assessore del comune di Macerata, Paolo Renna, il presidente di Gioventù nazionale Marche, Maicol Pizzicotti Busilacchi e diversi sostenitori. A distanza il saluto e il sostegno dell’onorevole Fdi, Lucia Albano, trattenuta a Roma per impegni istituzionali.

fdi-sit-in-bolognolaIl flash mob nasce, spiega FdI, «a seguito dell’ennesimo rinvio della riapertura degli impianti disposto a poche ore dalla prevista ripartenza. La “speranza”, però, gli abitanti della nostra montagna la stanno perdendo davvero, vessati da una serie di eventi calamitosi e devastanti, che hanno stravolto il tessuto sociale ed economico in modo, grave, a tratti irreversibile. E sono il sisma, la pandemia e la mancata opera di ricostruzione. A questo si aggiunge il Governo Conte che ha messo in ginocchio l’Italia tutta, ed uno nuovo che ha esordito con un provvedimento di estrema gravità, la chiusura degli impianti (vogliamo sapere quanto giustificata), a poche ore dalla tanto agognata riapertura. Chiediamo al Governo chiarezza nei provvedimenti, anche nuovi e più sicuri protocolli, ma soprattutto ristori ed indennizzi immediati agli operatori».

Neve, lavori della Provincia senza Speranza «Spesi tanti soldi per liberare le strade e il giorno dopo gli impianti erano chiusi»

 

renna-leonardi-gentili



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X