Tragico schianto, «addio Chicco»
«Un dolore troppo forte,
era sempre socievole e allegro»

MACERATA - Le parole della zia di Federico Foresi, morto ieri sera in un incidente alle Vergini. Tutta la famiglia abita in contrada Alberotondo. Lascia il padre Sandro di cui aveva seguito le orme come imbianchino, la madre Franca, la fidanzata Chiara e due fratelli. Il ricordo degli amici: «Ci mancherai un casino». Sequestrati cellulare e auto, disposta l'ispezione cadaverica
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
federico-foresi

Federico Foresi

 

«Era come un figlio, è cresciuto qui vicino a noi insieme agli altri cugini e non ci sono parole per descrivere l’affetto che provo per lui e il dolore di questi momenti. Era un bravo ragazzo, socievole, allegro». Sono le parole di una delle zie di Federico Foresi, il 31enne di Macerata morto in un tragico schianto ieri sera alle Vergini. Il giovane era a bordo di un’Audi A4 e procedeva in direzione Morrovalle. Subito dopo una curva a sinistra ha perso il controllo, è finito fuori strada e probabilmente ha cercato di rientrare sulla carreggiata, ma si è ribaltato. E’ rimasto incastrato nell’abitacolo e nonostante tutti gli sforzi dei soccorritori, che l’hanno prima estratto dalle lamiere e poi cercato di rianimare, il suo cuore ha cessato di battere.

incidente-vergini

L’auto di Foresi dopo lo schianto

Foresi lascia il padre Sandro, la madre Franca Baldoni e due fratelli uno più piccolo e l’altro più grande: Alessio e Giacomo. Vivevano in contrada Alberotondo, vicino agli altri parenti. Anche se Federico da poco più di un anno era andato a convivere con la compagna Chiara sempre a Macerata, tornava tutti i giorni a casa dei suoi, anche per via del lavoro che aveva scelto. Faceva l’imbianchino e aveva seguito le orme del padre subito dopo la scuola. Appassionato di pesca, era molto conosciuto in città e non c’è dubbio che abbia lasciato un grande vuoto nei suoi amici e nella sua famiglia.

«Addio spero che stai in un posto migliore – ha scritto uno dei suoi amici su Facebook – E che questo sia un nuovo viaggio, una nuova avventura, ci mancherai». Un altro ha aggiunto: «Amico mio, quante ne abbiamo fatte e quante ne abbiamo passate. Sei stato una persona speciale, di quelle che anche se non ti ci senti da anni, ogni tanto continui a pensare e che nonostante gli anni continui a volergli un bene incondizionato. Tu eri quel tipo di persona per me. Addio Chicco».  «Ciao lavoratore – ha aggiunto un altro amico ancora – non sembra vero. Un grazie di cuore a nome di tutti i ragazzi dell’Acli Collevario per il tuo preziosissimo aiuto. Il capanno l’abbiamo finito, controllerai da lassù se è venuto bene. Sentite condoglianze a babbo Sandro, mamma Franca e ai fratelli Alessio e Giacomo, ci mancherai un casino». Sull’incidente gli accertamenti sono affidati alla polizia stradale di Macerata, che ieri è intervenuta per i rilievi. Sequestrati sia il cellulare del giovane, che l’auto. L’autorità giudiziaria ha disposto l’ispezione cadaverica, che sarà eseguita domani mattina. Solo dopo il nulla osta, potrà essere fissata la data del funerale.

(Gio. Def.)

 

Tragico incidente alle Vergini, auto si ribalta: muore un 31enne



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X