Tratto di Chienti a secco,
due ditte nei guai per lavori abusivi

MACERATA - Operazione dei carabinieri forestali: le aziende avevano realizzato opere per aumentare la portata di una centrale idroelettrica senza autorizzazioni, diminuendo così la portata del fiume
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

carabinieri-forestali1

Il tratto del Chienti finito al centro dei controlli

 

Tratto del Chienti in secca: denunciate due aziende per lavori abusivi. L’operazione è stata condotta dalla carabinieri forestali di Macerata. Durante un servizio di vigilanza idraulica a tutela del sistema fluviale i militari hanno notato che un tratto del fiume Chienti era praticamente in secca.

carabinieri-forestali

I controlli dei carabinieri forestali

Dagli immediati accertamenti hanno appurato che a monte del tratto in secca vi era una captazione a scopo idroelettrico ed erano stati realizzati recenti lavori di movimentazione all’interno dell’alveo del fiume. In particolare, era stato realizzato un grosso terrapieno in ghiaia, in modo tale che l’acqua del fiume Chienti andasse tutta nel canale idroelettrico, al fine di aumentare la portata e di conseguenza la produzione di energia anche nei periodi più siccitosi come quelli della scorsa estate, rilasciando conseguentemente nell’alveo fluviale soltanto un piccolo rigagnolo senza garantire il minimo deflusso vitale e minacciando la vita dell’ecosistema fluviale. Dalle successive indagini è emerso che i lavori erano stati effettuati senza richiedere le necessarie autorizzazioni. Da qui la denuncia per diversi reati, che riguardano violazioni della normativa a tutela delle foreste, delle biodiversità, delle riserve naturali, del paesaggio e dell’ecosistema, a carico del responsabile della ditta proprietaria della derivazione idroelettrica e del responsabile legale della ditta che ha eseguito i lavori. I due rischiano, in caso di condanna definitiva, pene fino ad un massimo di sette anni di reclusione. Disposto lo smantellamento di tutte le opere abusivi con il completo ripristino dello stato dei luoghi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X