Progettazione Rsa di San Ginesio,
Micucci: «Sottoscritto il contratto»

STRUTTURA - Il capogruppo uscente Pd in Consiglio, e candidato alle elezioni regionali, annuncia: «Tra pochi mesi la conclusione dell’iter per il progetto esecutivo e definitivo, poi l’assegnazione dei lavori dell’opera da 6 milioni. Fatti e non chiacchiere, rispettati impegni e tempi»
- caricamento letture

 

inaugurazione-reparto-allergologia-ospedale-micucci-civitanova-FDM-2-325x217

Francesco Micucci

 

«Procede spedito e nel rispetto del cronoprogramma l’iter per la ristrutturazione della Rsa di San Ginesio. Il 30 luglio, a seguito del bando pubblicato a marzo, è stato sottoscritto il contratto per l’affidamento della stesura del progetto, prima esecutivo e poi definitivo. Tra circa sei mesi la conclusione di questo ulteriore step. Per l’estate prossima si dovrebbe avere l’assegnazione dei lavori». A comunicarlo in una nota è il capogruppo uscente Pd in consiglio regionale, e candidato alle elezioni regionali, Francesco Micucci. «La Regione sta mantenendo gli impegni presi, stiamo dimostrando con i fatti che le affermazioni sulla nuova Rsa non sono mai state chiacchiere, come insinuato da molti, ma dati reali. Il progetto per la nuova struttura, che risponderà non solo alle esigenze di San Ginesio, ma anche a quelle dei comuni limitrofi, sta andando avanti e nel rispetto della tempistica delineata. Personalmente – prosegue Micucci – continuerò a seguire con la massima attenzione l’avanzamento di quest’opera che rappresenta un servizio fondamentale per quel territorio».  La riqualificazione della struttura sociosanitaria, resa indispensabile dopo i gravi danni subiti a seguito del sisma 2016, sarà «dedicata ad anziani e non autosufficienti m- si legge nella nota -. Accoglierà 20 posti letto di Rsa, 20 posti di residenza protetta e uno spazio per realizzare un centro Diurno Alzheimer per 8 pazienti. Non solo. Grazie all’accordo con la Croce Rossa, che prevede la donazione di 800mila euro, all’interno del complesso sarà realizzato anche il Pua (Punto Unico di Accesso ai servizi sociosanitari). Un progetto da quasi 6 milioni, finanziato per 3,5 milioni dal Piano delle opere pubbliche per la Ricostruzione e, per la cifra rimanente, da risorse regionali». «L’impegno assunto dalla Regione anche in termini di investimento – conclude Micucci – è la prova ulteriore della volontà dell’ente regionale di dare risposte in termini di assistenza e cura anche a questo territorio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X