Colpo alla Bcc di Montecosaro,
ladri in fuga con la cassa
Blitz anche da Stroili Oro

BANDE in azione nella notte, nel primo caso portato via lo slot di deposito di uno sportello della filiale in via Roma. A Civitanova i malviventi sono entrati all'interno del Cuore Adriatico, portati via braccialetti di poco valore
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Laura Boccanera

Doppio colpo nella notte. Ladri alla gioielleria Stroili all’interno del Cuore Adriatico a Civitanova. Blitz anche a Montecosaro, alla filiale della Bcc, malviventi in fuga con una cassetta di deposito contenente circa 5mila euro. Due furti probabilmente non collegati fra loro, visto che si tratta di bande che hanno agito ed operato in maniera molto diversa: da professionisti nell’episodio della banca, molto meno in quello della gioielleria. Nella stessa notte visitato nella vicina Porto Sant’Elpidio, con le stesse modalità del colpo a Montecosaro, anche un altro istituto di credito, la Popolare di Bari (leggi l’articolo).

Il primo furto riguarda la gioielleria Stroili Oro all’interno del parco commerciale del Cuore Adriatico. Attorno a mezzanotte e quaranta alcuni malviventi hanno forzato la porta di ingresso principale e una volta dentro il centro hanno utilizzato un piede di porco per mettere fuori uso la saracinesca della gioielleria. Qui in poco più di un minuto e mezzo hanno spaccato una delle vetrinette interne portando via alcuni braccialetti. La curiosità è che i ladri probabilmente non erano esperti: hanno portato via braccialetti di poco valore, da 19,90 euro che si trovavano in vetrina e lasciato pezzi in oro dal valore superiore. Molti invece i danni per l’attività che ammontano a qualche migliaia di euro fra saracinesca e vetrine espositive. I banditi poi sono scappati. Le indagini sono al vaglio dei carabinieri che stanno visionando le immagini di videosorveglianza del centro e della gioielleria per capire se hanno agito a volto scoperto e come si siano dati alla fuga.

Il blitz all’interno della filiale montecosarese della Bcc in via Roma è stato messo a segno invece nel cuore della notte. Qui ad operare sono stati professionisti: esattamente come nel colpo messo a segno a Porto Sant’Elpidio la banda si è impadronita di una cassetta di deposito all’interno dell’istituto di credito, non toccando il bancomat esterno. Ladri “fantasma” dal momento che non è chiaro come siano entrati all’interno della filiale. L’allarme è scattato alle 3,14, nonostante questo i malviventi sono riusciti ad entrare: non risultano forzate le porte di ingresso né ci sono vetri rotti. E allo stesso modo si cerca anche di capire come siano potuti uscire dal momento che le bussole sono chiuse a chiave. Ad ogni modo in pochi minuti si sono avvicinati ad uno sportello e hanno prelevato lo slot di deposito di una cassa e sono scappati. Bottino di circa 5mila euro, è in corso di inventario la quantificazione del danno. Anche in questo caso le indagini sono affidate ai carabinieri della Compagnia di Civitanova. Elementi utili potrebbero venire dalle immagini di videosorveglianza e da quelle poste lungo la strada nei principali snodi viari per capire se la banda abbia utilizzato per la fuga un’auto rubata e dove.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X