Taglio del nastro per Allergologia:
«Un traguardo importante»

CIVITANOVA - Si compone di seicento metri quadrati e sette ambulatori. Il governatore Ceriscioli: «Di investimenti ne abbiamo fatti tanti e da settembre sarà attivo anche l'elisoccorso h24». Poi il riferimento al Covid center: «Non diventerà un ospedale. Avere una terapia intensiva separata è una garanzia di fronte a qualunque pandemia»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
inaugurazione-reparto-allergologia-ospedale-civitanova-FDM-11-650x434

Il governatore Luca Ceriscioli taglia il nastro

 

di Laura Boccanera

Seicento metri quadrati, 7 ambulatori, sale d’attesa separate. L’allergologia di Civitanova, polo d’eccellenza a livello nazionale e punto di riferimento per le allergie rare da oggi dispone di nuovi spazi moderni e all’avanguardia. Un adeguamento strutturale alle eccellenze sanitarie coordinate dal primario, Stefano Pucci, che è riuscito in 20 anni a trasformare quello che all’origine era un piccolo ambulatorio in una struttura che oggi ospita pazienti che vengono anche dalla Sicilia.

inaugurazione-reparto-allergologia-ospedale-civitanova-FDM-9-325x217

Da sinistra Francesco Micucci, Barbara Capponi, Luca Ceriscioli, Nadia Storti e Stefano Pucci

E’ l’ultima inaugurazione dell’Area vasta 3, la prima senza l’ex direttore Alessandro Maccioni che ha deciso di trasferirsi alla direzione amministrativa dell’Asur umbra. Ma la sua presenza è costante nei ringraziamenti, del presidente Ceriscioli in primis, ma soprattutto della direttrice Asur Nadia Storti che ne ha ricordato l’impegno e il puntuale rispetto dei tempi per le consegne di tutti gli investimenti fatti. Presenti oggi pomeriggio alla presentazione dei nuovi locali il presidente della Regione Luca Ceriscioli, l’assessore Angelo Sciapichetti, i consiglieri regionali Francesco Micucci e Sandro Bisonni, l’assessore comunale Barbara Capponi. E poi tutti i medici dei reparti dell’ospedale. L’allergologia ha traslocato dal primo piano al terzo, negli spazi precedentemente occupati dalla rianimazione e Utic. Locali rinnovati, tre sale d’attesa differenti in base all’allergia del soggetto e più rispondenti alle esigenze di ciascun paziente. Un investimento obbligato stante i numeri forniti con orgoglio dal primario Stefano Pucci: «Nel 1998 quando ho lasciato l’ospedale regionale di Ancona a Civitanova c’era solo un ambulatorio, grazie alla crescita di utenza è diventata unità operativa complessa. È stata una crescita non programmata ma che oggi ci dà molte soddisfazioni». Oltre 25mila le prestazioni su 15.399 pazienti seguiti in un anno e 11mila visite. Fra Civitanova e gli ambulatori di Camerino e Loreto. Settanta ricoveri per 405 giornate. «Non ho mai usato la parola traguardo per la carriera professionale – ha continuato Pucci – ma ho sempre parlato di obiettivi. Però dopo 36 anni penso che posso dire che sono abbastanza vicino a quello che poteva essere un progetto ideale. E’ chiaro che se questo spazio non è abitato da personale competente, paziente e disponibile rimane un guscio vuoto».

inaugurazione-reparto-allergologia-ospedale-dott-pucci-civitanova-FDM-5-325x217

Stefano Pucci primario di allergologia

Soddisfazione è stata espressa dai vertici regionali della sanità: «È un traguardo importante – ha sottolineato il presidente Ceriscioli – Mi è capitato di visitare reparti molto noti, come quello della robotica a Marche nord e la cardiochirurgia di Ancona che fanno cose eccezionali. Ma in qualche modo me lo aspettavo. Chi mi ha veramente sorpreso è stata la riabilitazione di San Benedetto e l’allergologia di Civitanova. Raccontiamo poco le eccellenze che abbiamo ed è un peccato perché così metteremmo le persone nelle condizioni di scegliere il meglio a portata di mano». E poi ripercorrendo i mesi della pandemia, quando Civitanova era ospedale Covid ha toccato alcuni temi tra cui anche il futuro del Covid fiera: «I giorni della pandemia me li ricordo come la notte che non finisce più, il buio perenne. Ma una bellissima luce è stata la bambina nata dal parto Covid. Una luce che si è accesa per tutti e ha dato a tutti l’idea che da quel buio si poteva uscire, come quando si accende una luce. E si è dimostrato di saper fare le cose per bene. Di investimenti ne abbiamo fatti tanti e da settembre sarà attivo anche l’elisoccorso h24. Ma le vere macchine insostituibili sono le persone e se ce li portano via qualcosa significherà (con riferimento a Maccioni ndr)». E sul futuro della fiera: «con il prolungamento dello stato di emergenza almeno fino al 15 ottobre non dovrebbero esserci problemi per il mantenimento della struttura. A mio avviso poi prima di smontarla bisognerà essere sicuri e tranquilli. Non diventerà un ospedale come sento in alcune polemiche, ma avere una terapia intensiva separata è una garanzia di fronte a qualunque pandemia. E’ di qualche giorno fa uno stanziamento di 32 milioni dallo Stato per la creazione di altri 100 posti come gli 80 che sono a Civitanova da realizzare all’interno degli ospedali con percorsi separati. Anche si trovasse il vaccino per il Covid l’assetto per le pandemie varie ed eventuali va garantito. Nel piano pandemico sono previsti 300 posti, 80 sono a Civitanova. Dopo il 15 ottobre si faranno valutazioni. Si può anche scommettere che non ci sarà una recrudescenza ma sono scommesse che conviene vincere altrimenti poi si va a caccia della colpa. Il terrore che quello diventi ospedale non lo capisco. Nessuno vuole fare di quello un ospedale. È una struttura utile in caso di emergenza. Che non impatta con la gestione ospedaliera».

 

inaugurazione-reparto-allergologia-ospedale-civitanova-FDM-8-650x434

inaugurazione-reparto-allergologia-ospedale-civitanova-FDM-3-650x434

inaugurazione-reparto-allergologia-ospedale-civitanova-FDM-1-650x434

inaugurazione-reparto-allergologia-ospedale-civitanova-FDM-13-650x434



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X