Il Matelica all’Helvia Recina,
accordo raggiunto tra Canil e Carancini

MACERATA - La squadra disputerà le gare casalinghe di Lega Pro nello stadio del capoluogo, la soddisfazione dei due sindaci e del presidente della società
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Helvia-Recina_Foto-LB-3-325x217

Lo stadio Helvia Recina

 

«Il comune di Macerata ha deliberato stamattina di concedere al Matelica la disponibilità di disputare all’Helvia Recina le gare casalinghe del campionato di Lega Pro della stagione 2020-2021. L’intesa è il frutto della richiesta manifestata nelle scorse settimane dalla società del patron Mauro Canil e dell’interessamento del sindaco di Matelica Massimo Baldini che ha auspicato la collaborazione sul piano istituzionale». Con queste parole inizia la nota del Comune in cui si annuncia quanto anticipato nei giorni scorsi (leggi l’articolo): la Lega Pro torna all’Helvia Recina. «La città di Macerata, ogni qual volta si renda necessario e compatibile con la propria vita, deve mettersi a disposizione del territorio di cui è capoluogo – afferma il sindaco Romano Carancini – come sempre ha fatto in questi anni. Questa è la prima ragione che ci ha guidato negli incontri avuti con il Matelica Calcio dopo la richiesta di utilizzare il nostro stadio Helvia Recina per le loro partite casalinghe del campionato di serie C calcistico ed anche a seguito di una cordiale telefonata con il sindaco di Matelica Massimo Baldini. La seconda condizione è stata la condivisione preventiva della possibile scelta con la nostra società Maceratese rappresentata dal presidente Alberto Crocioni e dall’intero gruppo dirigenziale ai quali diciamo grazie per lo spirito di collaborazione dimostrato. Lo sport e i valori su cui si fonda deve far superare ogni possibile contrapposizione tra comunità su ogni tema, in particolare nel momento della difficoltà. Macerata sa essere come sempre accogliente, segno della propria anima in nome del proprio patrono San Giuliano».

canil-macerata-2-325x244

Mauro Canil in piazza a Macerata prima dell’incontro con il sindaco Carancini

Massimo Baldini, sindaco di Matelica, aggiunge: «La città di Matelica è onorata per il risultato sportivo raggiunto dallaMatelica Calcio. Infatti dopo un continuo crescendo di risultati, anno dopo anno, è approdata al professionismo. L’amministrazione comunale oltre che complimentarsi con la famiglia Canil, la dirigenza, lo staff tecnico e tutti gli atleti per i risultati conseguiti, ha effettuato incontri con gli stessi e le autorità competenti nel settore per valutare i tempi e cosa era necessario per adeguare le strutture sportive calcistiche esistenti a Matelica al fine di poter gareggiare in città. I risultati non sono stati incoraggianti in quanto notevoli sarebbero stati lavori da apportare per rendere idonei gli impianti al settore professionistico; anche se ci fossero state le risorse economiche disponibili i tempi di realizzazione non sarebbero stati compatibili con le date di inizio del campionato di serie “C” e tantomeno per i termini di iscrizione allo stesso. La scelta della S.S. Matelica Calcio di poter utilizzare lo stadio di Macerata e la disponibilità data dal sindaco Romano Carancini, sentito anche telefonicamente, hanno avuto il nostro apprezzamento ed a malincuore anche il consenso». Il presidente Mauro Canil conclude: «Ringrazio l’Amministrazione comunale di Macerata e il sindaco Romano Carancini per la disponibilità dimostrata che ci consentirà di disputare le gare in tutta tranquillità. Il nostro intento è quello di portare entusiasmo».

Stadio Helvia Recina, Matelica tasta il terreno

Canil a Macerata, incontro con Carancini: Matelica sempre più vicino all’Helvia Recina



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X