Centrodestra in una ‘botte di ferro’
Pantana: «Noi garanzia di cambiamento»

MACERATA 2020 - La consigliera comunale parla di «una riunione molto proficua nella condivisione di un percorso comune». Sul candidato sindaco: «Abbiamo chiesto alla Lega una rosa di nomi sui quali iniziare una valutazione insieme a tutti i presenti»
- caricamento letture

 

DeborahPantana_FF-6-325x273

Deborah Pantana

 

Nel centrodestra va tutto bene, parola di Deborah Pantana. «Ieri il movimento provinciale “Uniti nel centrodestra” che raccoglie al suo interno tre liste civiche per Macerata – si legge nella nota della Pantana – ha partecipato alla riunione del tavolo del centrodestra, molto proficua, nella condivisione di un percorso insieme a tutte le forze politiche quali la Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Nuovo Cdu e le liste civiche di Anna Menghi e Maurizio Mosca».

Deborah Pantana parlerebbe a nome di tante persone che sostiene di avere al suo seguito dopo la riunione del tavolo del centrodestra di ieri sera conclusasi con l’ennesimo nulla di fatto. «Il movimento Uniti nel centrodestra – prosegue la candida sindaca alle elezioni di 5 anni fa –  convinto che sia naturale che la Lega esprima il candidato sindaco a Macerata, ha chiesto che la stessa presenti una rosa di nomi sui quali iniziare una valutazione insieme a tutti i presenti a questo tavolo, che siano espressione sia della società civile che eletti nell’amministrazione comunale di Macerata. A parere della sottoscritta, la Lega, quale forza trainante della coalizione come dice Salvini, è giusto che abbia l’onere e l’onore di presentare una rosa di candidati sindaco ovviamente nella condivisione di un programma e di garanzia per tutte le anime che compongo il centrodestra nella città  così come sta avvenendo in regione dove Fratelli d’Italia ha già espresso il suo candidato in Francesco Acquaroli. Ciò con il coraggio di individuare una rosa di candidati, interni ed esterni a questo tavolo, che possano portare realmente un valore elettorale aggiunto».

Pantana conclude parlando ancora di un’unità del centrodestra che nell’ultimo periodo invece è fortemente minata dai personalismi: «L’unità del centrodestra che arriva dopo più di venti anni, dall’unica vittoria con Anna Menghi, sarà da garanzia e la sola regia per il cambiamento necessario sia a Macerata che in regione».

Un mese fa la stessa Deborah Pantana, nel corso di una conferenza stampa, chiedeva alla Lega di stringere i tempi («decida a breve il candidato») e di valutare anche persone esterne al tavolo («con un’esperienza amministrativa e che ci possa portare alla vittoria»). Nell’occasione aveva annunciato di avere tre liste civiche e che presto avrebbe dato nomi dei componenti. Vicino a lei c’è l’avvocato Raffaele Delle Fave, ex assessore della giunta Meschini, che sta lavorando per portare avanti la sua candidatura a sindaco. Prossimo appuntamento per il tavolo del centrodestra domani sera.

(redazione CM)

La “rediviva” Pantana pressa gli alleati: «La Lega decida a breve il candidato, io al tavolo porto tre liste»

 

Macerata 2020: verso una corsa a cinque Il centrodestra rischia la spaccatura Primarie: confronto a quattro su Cm

Centrodestra, il tavolo traballa La Lega a Forza Italia: «Basta giochetti»

Macerata 2020, FI avverte la Lega: «Sul candidato in gioco la credibilità» Pronto il “no” degli azzurri a Marchiori

La mossa Delle Fave infastidisce la Lega: stop auto-candidature e nomi “dall’alto” Per Marchiori sono più i “sì” che i “no”

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X