Una promessa e un cavaliere
Così nasce CircolaMente:
«Per aiutare le persone sole e fragili»

MACERATA - Inaugurato in via dei Velini il centro donato dall'imprenditore Sandro Parcaroli per offrire tante attività ai malati di Alzheimer. Uno spazio fortemente voluto da Manuela Berardinelli, presidente di Afam: «Ho promesso a mio padre che nessuno doveva più affrontare la malattia come lui, nel mondo ogni tre persone una è colpita da demenza, bisogna riscoprire la gentilezza e l'accoglienza»
- caricamento letture
Circolamente_FF-5-650x434

L’inaugurazione del centro CircolaMente

 

di Marco Ribechi (foto di Fabio Falcioni)

Una promessa ad un padre morente, un cavaliere che si erige a difesa di una città e l’impegno di tanti cittadini pronti a prendersi cura dei più deboli. Sembra l’inizio di un racconto di fantasia ma invece a Macerata è realtà. E’ la realtà che ha portato all’inaugurazione, in via dei Velini 19, dello spazio CircolaMente pensato per sostenere i malati di alzheimer ma più in generale per tutte le persone sole.

Circolamente_FF-29-650x434

Sandro Parcaroli e Manuela Berardinelli

Uno spazio dove incontrarsi, socializzare, fare tante attività per allenare la mente e le relazioni umane. L’idea nasce da Manuela Berardinelli, presidente nazionale di alzheimer Uniti per l’Italia onlus e Afam Marche, che ha lottato con tutte le forze per la costruzione di quello che oggi è realtà. «Prima di quello che capitò a mio padre non avrei mai pensato di impegnarmi nel sociale – spiega Berardinelli – avevo un buon lavoro, altri interessi. Ma poi c’è la malattia che fa da spartiacque. La solitudine, l’inadeguatezza, la rabbia, il dolore e l’abbandono che ha sperimentato mio padre quando si è ammalato di alzheimer mi ha portato a fargli una promessa, quella che nessuno avrebbe mai più dovuto vivere quella malattia nelle sue stesse condizioni».

Circolamente_FF-30-650x434

Manuela Berardinelli

L’idea di pensare al plurale, in termini di comunità è il motivo guida di tutto il progetto: «Con l’Io ci si riempie la bocca ma poi si finisce nella solitudine – aggiunge Berardinelli – E’ importante riscoprire la gentilezza, l’accoglienza e la comprensione». Per la realizzazione dello spazio hanno contribuito in tanti, a partire da Sandro Parcaroli, proprietario del gruppo MedStore e donatore dello spazio fisico dove è nato il centro. Proprio per l’impegno verso la città è stato più volte chiamato cavaliere e associato alla figura di un paladino medioevale: «Parlare in questo momento mi emoziona moltissimo – spiega Parcaroli – Pascoli diceva che dentro ognuno di noi c’è un fanciullino. Questo fanciullino emerge quando le vicissitudini della vita ci portano a vivere alcune situazioni con le persone care. Questi locali li usavo come magazzino, avrei potuto affittarli ma ho preferito cederli a Manuela e allo spirito di amore che l’animava».

Circolamente_FF-27-650x434

Sandro Parcaroli

Nello spazio polivalente verranno realizzate attività come: ginnastica per la mente, letture, laboratori pratici, corsi di cucina con nonni e nipoti, visioni di film e molto altro. Oltre alla donazione di Parcaroli fondamentale è stata la raccolta fondi con cui il centro si è autofinanziato e l’impegno quotidiano e collettivo di tanti volontari che hanno provveduto ai lavori necessari per rendere fruibile il locale. «Un tassello che si aggiunge all’identità di Macerata – spiega il sindaco Romano Carancini – voglio ringraziare l’assessore ai lavori sociali Marika Marcolini. Il ruolo di un’amministrazione è aprire le porte e tracciare strade che prima erano chiuse, inoltre unire i cittadini affinchè diventino protagonisti di una reale solidarietà. Accogliere è anche occuparsi delle persone più fragili, perché anziane e sole».

Circolamente_FF-12-650x434

Il sindaco Romano Carancini

Ben tre atenei seguiranno gli sviluppi del progetto: Unicam, Università Politecnica delle Marche e Unimc. Il centro quindi potrebbe prospettarsi come un modello da seguire anche per altre città visto che, con l’invecchiamento della popolazione, l’alzehimer colpisce sempre più soggetti, nel mondo ogni tre persone una si ammala di demenza. Tra gli ospiti che sono intervenuti anche il presidente dell’Area Vasta 3 Alessandro Maccioni, L’assessore Marika Marcolini, il consigliere provinciale Paolo Micozzi, la professoressa Paola Nicolini in rappresentanza del rettore Francesco Adornato, Graziano Leoni in rappresentanza di Unicam, Giorgio Piergiacomi presidente di Apm che ha attivato un corso di formazione per istruire gli autisti degli autobus su come interagire con pazienti anziani, l’architetto del progetto Gianluca Drago. Infine, tra gli ospiti anche Ruth Bartlett (leggi l’articolo) direttrice dell’Alzheimer Society della Gran Bretagna, fondatrice e ideatrice della Comunità amica delle persone con demenza che ha concluso l’inaugurazione con una conferenza sulle origini di questo progetto.

Alzheimer, Ruth Bartlett accolta in Comune

La “Città amica della persona” cresce, alla guida Manuela Berardinelli: «Mantengo la promessa a mio padre»

Firmato protocollo della “Città amica” Nuova sede per Circola-mente: parte la raccolta fondi

 

Circolamente_FF-10-650x434

 

Circolamente_FF-7-650x434

Circolamente_FF-8-650x434

 

Circolamente_FF-4-650x434

Circolamente_FF-9-650x434

Circolamente_FF-11-650x434

Circolamente_FF-1-650x434

Circolamente_FF-2-650x434

Circolamente_FF-3-650x434

Circolamente_FF-13-650x434

Circolamente_FF-17-650x434

Circolamente_FF-18-650x434

Circolamente_FF-16-650x434

Circolamente_FF-14-650x434

Circolamente_FF-15-650x434

Circolamente_FF-19-650x434

Circolamente_FF-20-650x434

Circolamente_FF-21-650x434

Circolamente_FF-22-650x434

Circolamente_FF-23-650x434

Circolamente_FF-28-650x434

Circolamente_FF-26-650x434

Circolamente_FF-25-650x434

Circolamente_FF-24-650x434

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X