«Civitanova avrà la sua Rambla»
Restyling del Varco sul mare,
Ciarapica sogna in grande

IL SINDACO ha spiegato in cosa consiste il progetto, criticato anche in maggioranza: «Ci si è soffermati sul parcheggio interrato, ma questo rappresenta solo il 20% dell'investimento che complessivamente pesa per 12 milioni di euro. In realtà dietro c'è una nuova faccia della città»
- caricamento letture
varco-sul-mare-civitanova-FDM-1-650x239

Il Varco sul mare

 

di Laura Boccanera

«Non è un progetto, ma un’idea progettuale, bisogna guardare un po’ più avanti, quello che proponiamo è una riqualificazione del centro, una Rambla di dimensione importante che va da Palazzo Sforza al mare». Il sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica interviene dopo il coro di critiche sollevate al progetto del parcheggio interrato al Varco sul mare e spiega, come ha fatto in maggioranza, alle categorie e alla città in cosa consiste.

ciarapica

Fabrizio Ciarapica

«Ci si è soffermati sul parcheggio interrato, ma questo rappresenta solo il 20% dell’investimento che complessivamente pesa per 12 milioni di euro. In realtà dietro c’è una nuova faccia della città». Il primo cittadino durante un incontro con i media ha voluto illustrare meglio quella che sarebbe solo un’idea progettuale, rimarcando come votando in Consiglio si dà solo il via alla possibilità di indire una gara e si acclara l’interesse pubblico dell’opera. Un messaggio per i consiglieri dubbiosi che guardano di traverso al progetto. «Non c’è nessuna volontà di fare pressioni sulla maggioranza – ha aggiunto Ciarapica – però vorrei che venisse capito e non bocciato a priori, serve ovviamente un tempo per digerirlo. Ci sono consiglieri contrari, ma ne stiamo parlando e ci stiamo confrontando in maggioranza come è giusto che sia. Abbiamo l’obbligo morale di portarlo avanti, ma andremo in Consiglio comunale solo dopo che verrà digerito». Fatta salva la premessa politica Ciarapica si concentra sul progetto che rispetto ai rendering originari ha cambiato faccia: niente più fioriere e restringimento della piazza che resta com’è e anzi guadagna altri posti auto. Tutto verrà ripavimentato e i due chioschi prima dei giardini completamenti ristrutturati. Restyling anche per i giardini e per il lido Cluana. Restauro dell’arco del Varco e ai lati, nelle zone verdi, sistemazione del parco e nuovi giochi. Al di sotto i parcheggi e sulle ali laterali dell’ex fiera posti auto coperti al piano inferiore (200 posti) e altri 100 sopra a raso. «E’ un progetto ambizioso – ha sottolineato il sindaco – che dobbiamo avere il coraggio di portare avanti, creando strutture e servizi per chi investe in questo territorio».

varco-sul-mare-civitanova-FDM-4-325x217Il punto controverso è la gestione dei parcheggi. «Ho sentito dire che il privato guadagnerebbe troppo, ma in realtà i calcoli sono stati fatti sulla base di un conto economico, certificato e che si basa sugli attuali incassi della Civita.s. – ha evidenziato Ciarapica – Inoltre in realtà non è vero che tutti i parcheggi del centro diventerebbero a pagamento. E poi su 1.745 posti auto, solo 888 sono quelli che passano da bianchi a blu». La contropartita per chi riqualificherà il centro per 12 milioni di euro infatti è la gestione di 1.745 parcheggi a pagamento per 35 anni. In pratica, se il progetto passa, il privato gestirebbe 1745 parcheggi a pagamento (a fronte dei 400 posti auto blu oggi presenti nello stesso perimetro che va dallo stadio al Castellaro e dalla ferrovia al mare). Alla Civita.s rimarrebbe la gestione dei parcheggi a pagamento della Cecchetti e di Civitanova Alta. «Se sottraiamo i 400 attualmente presenti sono 1.345 i parcheggi blu, di cui 331 verranno creati al Varco, 126 derivano dalla rimodulazione di parcheggi a pagamento in piazza e in corso Dalmazia – ha continuato il sindaco – per cui solo 888 sono i posti che da bianchi diventano blu. Le zone interessate sono il lungomare sud, corso Dalmazia, parte di Corso Garibaldi. Il borgo marinaro non diventerà a pagamento e potremmo creare sugli spazi bianchi residui pass per residenti, per commercianti che attualmente non ci sono. Ogni modifica può essere apportata e discussa, ma la città non può più aspettare, non voglio strappi con la maggioranza, una volta approvato l’interesse pubblico tutto sarà discusso nelle commissioni e invito tutti a ragionare su un livello più alto di sviluppo della città».

Parcheggio al Varco, pressing sui consiglieri contrari

Parcheggio al Varco sul mare: «Si decida con un referendum»

Varco sul mare, i commercianti: «Parcheggi? No, grazie»

Parcheggi al Varco sul mare, gli albergatori: «E’ un’offesa alla città»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X