Cantiere Macerata, l’estate dello slalom
Lavori da via Mattei alle mura
«Ma saranno più i vantaggi dei disagi»

LA LUNGA LISTA delle opere pubbliche, senza sosta fino all'inverno. Due strade chiuse e code in via Roma, corso Cairoli e viale Trieste. L'assessore Ricotta: «Abbiamo aspettato la fine delle scuole e i lavori sul manto stradale non possono essere realizzati con la pioggia, bisogna attendere la bella stagione». LE FOTO
- caricamento letture
Lavori-Cantieri-Macerata-5-650x433

Le barriere all’inizio di via Mattei

 

di Marco Ribechi

Cantieri a Macerata, lavori senza sosta fino alla fine dell’anno. Per la situazione attuale della città si potrebbe utilizzare l’acronimo Mof – Macerata Opera Festival – dove però la O non si riferisce più alla stagione lirica ma alle opere pubbliche appaltate nelle varie aree urbane.

Lavori-Cantieri-Macerata-8-650x433

Gli operai impegnati nella sistemazione del ponte ferroviario di via Mattei

Le strade del capoluogo infatti già da settimane sono interessate da lavori di rifacimento del manto stradale che stanno causando parecchi disagi al traffico e agli automobilisti. Disagi però necessari e attesi considerando che la situazione degli asfalti era divenuta insostenibile e anche argomento di discussione quasi quotidiana tra i cittadini. Attualmente l’ingorgo matematico interessa l’incrocio tra via Roma e via Mattei a causa della sistemazione delle travature del ponte ferroviario. La strada è chiusa già dal 21 giugno e, se i tempi verranno rispettati, dovrebbe riaprire il 7 luglio. Tutto il traffico proveniente da Sforzacosta è così canalizzato in via Roma lasciando perplesso, proprio sulla rotatoria, più di un guidatore. «Come faccio ora ad arrivare all’ospedale?» chiede una signora di passaggio, evidentemente non di Macerata, alla guida della sua auto. Sempre in questo tratto, stanno approfittando della chiusura anche gli operai dell’antenna telefonica per alcuni interventi tecnici.

Lavori-Cantieri-Macerata-2-650x433

Via Caduti di Nassiriya interrotta (foto di Fabio Falcioni)

Un altro nodo cruciale, molto breve ma che costringe gli automobilisti a un ampio giro della città creando ingorghi in corso Cairoli, è quello di via Caduti di Nassiriya, la cortissima ma fondamentale strada che collega via Mameli e il Convitto alle mura di via Trieste. Qui, all’incirca all’altezza dell’Autopalace, la carreggiata si restringe a una corsia e, considerando che a causa dei lavori alla piazza dello Sferisterio tutto il traffico in uscita da piazza Mazzini è canalizzato proprio nella zona di porta Montana, si può dire che i rallentamenti sono costanti e sconvenienti. Anche in questo caso però i lavori erano più che necessari perché via Caduti di Nassiriya era ridotta peggio di un colabrodo e l’impresa esecutrice è stata costretta a rifare non solo l’asfalto ma anche il fondo e il marciapiede. Il terzo cantiere scomodo è quello attorno allo Sferisterio. Anche qui la strada si restringe a una carreggiata e le motivazioni sono quelle del rifacimento del fondo e l’istallazione della nuova illuminazione. «I lavori sono benvenuti – dice al volante della sua auto R.P. – l’inconveniente è aver aperto i cantieri tutti insieme ma siccome amiamo la città e la vogliamo bella siamo pronti a soffrire qualche disagio». Tra l’altro nelle settimane precedenti moltissime altre strade della città sono state letteralmente sezionate per l’istallazione della fibra della rete telefonica e internet ma, nonostante i lavori siano terminati da tempo, restano le cicatrici sull’asfalto. Tagli poi rattoppati particolarmente pericolosi in curva per chi guida moto e scooter, come ad esempio subito dopo la stazione, perché ci si ritrova sotto le ruote due tipi di fondo con grip differenti.

MarcoScarponi_SaporiSalute_FF-16-650x433

Narciso Ricotta, assessore ai lavori pubblici

Inoltre l’assessore Narciso Ricotta, già ribattezzato l’asfaltatore, annuncia che i lavori non si fermeranno qui e che anzi i cantieri a Macerata aumenteranno almeno fino a fine anno. «Sappiamo che i disagi sono notevoli – esordisce Ricotta – ma siamo certi che i vantaggi saranno molti di più. Purtroppo è molto complesso trovare una tempistica idonea per eseguire i lavori sul manto stradale perché non possono essere realizzati con la pioggia quindi bisogna attendere la bella stagione. Prima, a causa delle scuole, era impossibile chiudere certe arterie e tra poco inizierà la stagione lirica quindi per forza di cose questo era il periodo più adeguato». La lista delle opere pubbliche in corso e in programmazione è lunga e articolata: «Tutta la zona di rione Marche, via Ascoli Piceno, via Weiden e le altre sono già terminate – spiega Ricotta – abbiamo anche squadre in azione nella città per rifare la segnaletica a terra. Via Mattei è stata interrotta da un solo lato, dopo la stagione lirica e prima di San Giuliano interromperemo l’altra carreggiata per terminare la sistemazione del ponte ferroviario. A breve, in circa 15 giorni, inizieremo la sistemazione di via Lorenzoni e via Arcangeli e poi tutta la parte bassa di via Mameli, via Barilatti, via Batà via Brigata Macerata e via Medaglie d’oro. Un altro quartiere è quello della Pace dove il manto sarà rifatto fino all’incrocio di Montelupone, sarà poi la volta di via Ettore Ricci, di via Arno a Piediripa e di alcune aree a Sforzacosta».

Lavori-Cantieri-Macerata-30-650x433

La curva della stazione resa pericolosa da due diversi fondi stradali

Il costo complessivo di tutte le opere si aggira attorno ai due milioni di euro a cui si aggiungono altri 300mila euro per la messa in sicurezza di circa 20 attraversamenti pedonali che saranno resi più evidenti anche con maggiore illuminazione, sullo stile di quello di via Trento. Le ultime precisazioni per quanto riguarda i lavori sulla fibra che hanno lasciato molte cicatrici in tanti quartieri: «E’ tutto previsto dal protocollo – conclude Ricotta – abbiamo portato la fibra in tutta la città con un aumento di efficienza del servizio. L’accordo con Enel prevede che vengano realizzati i collegamenti e coperti con della malta rosa protettiva, quando tutto sarà concluso, cioè in brevissimo tempo, si procederà con un lavoro di asfaltatura unico e complessivo per tutte le canaline realizzate».

 

Lavori-Cantieri-Macerata-4-650x433

Il traffico in via Roma a causa della chiusura di via Mattei

Lavori-Cantieri-Macerata-6-650x433

Lavori-Cantieri-Macerata-7-650x433

I lavori all’antenna telefonica

Lavori-Cantieri-Macerata-10-650x433

Lavori-Cantieri-Macerata-12-650x433

Lavori-Cantieri-Macerata-15-650x488

Il restringimento di carreggiata in via Trieste (foto di Fabio Falcioni)

Lavori-Cantieri-Macerata-16-650x488

(foto di Fabio Falcioni)

Lavori-Cantieri-Macerata-17-650x488

I lavori in via Caduti di Nassiriya (foto di Fabio Falcioni)

Lavori-Cantieri-Macerata-18-650x488

La coda all’uscita di porta Montana a causa della chiusura di porta Mercato (foto di Fabio Falcioni)

Lavori-Cantieri-Macerata-19-Piazza-Mazzini-650x433

Porta Mercato chiusa per l’istallazione della nuova illuminazione

Lavori-Cantieri-Macerata-21-Piazza-Mazzini-650x433

Lavori-Cantieri-Macerata-22-650x433

La cicatrice in via Barilatti a causa dei lavori dell’Enel

Lavori-Cantieri-Macerata-23-650x433

Incrocio via Manzoni con via Ugo Foscolo

Lavori-Cantieri-Macerata-24-650x433

via Mameli

Lavori-Cantieri-Macerata-25-650x433

Via Batà

Lavori-Cantieri-Macerata-26-650x433

via Brigata Macerata

Lavori-Cantieri-Macerata-28-650x433

Lavori-Cantieri-Macerata-29-650x433

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X