facebook twitter rss

Droga party nella casa inagibile:
sette ragazzi denunciati

TOLENTINO - I carabinieri hanno individuato i giovani che si erano introdotti e avevano devastato una abitazione in via Montecavallo. Una dozzina in tutto, in corso ulteriori accertamenti. A uno di loro contestato lo spaccio di stupefacenti (gli sono stati trovati una 20ina di grammi di marijuana)
venerdì 7 Giugno 2019 - Ore 12:35 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
348 Condivisioni

 

Il capitano Giacomo De Carlini con il tenente Giuseppe Losito

 

di Giacomo Gardini

Casa inagibile trovata devastata, individuati i ragazzi che erano entrati nell’abitazione, in via Montecavallo, a Tolentino, per consumare droga. In tutto una dozzina i ragazzi che si sarebbero introdotti nella casa, sette per ora i denunciati. Tra questi, anche chi forniva la droga al gruppo, colto in flagranza di reato dai carabinieri nel corso degli accertamenti: aveva con sé oltre 20 grammi di marijuana (e 200 euro in contanti ritenuti provento di spaccio), già divisa in dosi, bilancino e i proventi della vendita conclusa da poco. Le indagini, condotte dalla Compagnia dei carabinieri di Tolentino, e in particolare dal tenente Giuseppe Losito e dal maresciallo Lorenzo Ceglie, si sono concluse nel giro di appena tre giorni.

Il capitano Giacomo De Carlini

Il gruppo di giovani, tutti italiani, provenienti da diversi comuni del maceratese, tra cui Tolentino, si sarebbe introdotto all’interno dell’abitazione, in via Montecavallo 59, nella notte tra il 31 maggio e il primo giugno, per poi restarvi anche quella successiva. Una volta infranta la porta, i ragazzi hanno trasformato la casa in un vero e proprio covo. A guidarli, nella scelta del posto, sarebbe stata la particolare conformazione dell’edificio, su più piani, con un grande giardino interno, e la sua posizione. La zona di via Montecavallo, infatti, è completamente disabitata in seguito al sisma. Hanno agito in totale tranquillità, senza essere disturbati, lontani da occhi indiscreti. «Fondamentale per la rapida conclusione delle indagini – sottolinea il capitano Giacomo De Carlini – è stata la profonda conoscenza del territorio e dei suoi abitanti, oltre alla presenza di telecamere sul terrritorio». Un crimine che non avrebbe nulla a che fare con episodi di sciacallaggio: la stessa proprietaria, Patrizia Francioni, non ha denunciato alcun furto. L’unico movente, il consumo di droga.

Il tenente Giuseppe Losito

Gli uomini della Compagnia sono intervenuti in assenza di denuncia: a un primo, veloce sopralluogo è seguito quello più tecnico e approfondito del Nucleo operativo e radiomobile di Tolentino. La risposta dell’Arma è stata precisa e puntuale: una volta ricostruita la rete di amicizie, anche grazie allo studio dei loro collegamenti nei social network, i giovani sono stati immediatamente individuati. Oltre ad attingere ai filmati delle telecamere lungo la cinta cittadina, i carabinieri hanno sfruttato le numerose tracce lasciate dai ragazzi all’interno dell’abitazione. Piccoli dettagli, a prima vista ininfluenti, come un indumento o uno scontrino, che si sono rivelati fondamentali allo scioglimento del caso. I denunciati devono rispondere di violazione di domicilio e danneggiamenti. Uno di loro, quello ritenuto il fornitore dello stupefacente, dovrà rispondere anche di spaccio di droga.

(Ultimo aggiornamento alle 14,15)

Casa inagibile devastata: «Sono vandali senza cuore, ho trovato un covo per tossici»

Il materiale sul tavolo del soggiorno

 

Casa inagibile devastata: «Sono vandali senza cuore, ho trovato un covo per tossici»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X