Insulti e urla contro l’ex moglie,
lei si barrica nel negozio

POTENZA PICENA - Sono dovuti intervenire i carabinieri per sedare la lite
- caricamento letture
Carabinieri_Archivio_Arkiv_FF-14-325x217

Foto d’archivio

 

Lite fra ex coniugi, lei si barrica nel negozio dove lavora, lui dà in escandescenze. Momenti di concitazione oggi pomeriggio a Porto Potenza dove una donna per sfuggire all’ira e alle invettive dell’ex marito si è chiusa dentro un’attività commerciale e ha allertato i carabinieri. Lui, rimasto fuori, ha iniziato ad insultarla e ha perso più volte le staffe. Un litigio che era iniziato poco prima a Porto Sant’Elpidio dove la donna vive. I due sono separati già da qualche anno, ma quando si sono incontrati è nato uno screzio con tanto di paroloni e urla. Ad un certo punto però quando la donna se ne è andata via in auto per raggiungere il posto di lavoro, si è accorta di essere seguita dall’ex coniuge. Una volta arrivata, verificato che lui continuava ad insultarla e che lo stato di agitazione e irascibilità era aumentato, lei si è chiusa dentro al locale e ha allertato i carabinieri. La pattuglia è arrivata dopo pochi minuti e ha trovato l’ex marito, un uomo che vive a Macerata, ancora su di giri. Ai militari non ha opposto resistenza, ha fornito i propri documenti e generalità e si è lasciato perquisire. Le minacce erano solo verbali: l’uomo addosso infatti non aveva con sé armi e anche all’interno dell’auto non c’erano oggetti pericolosi che sarebbero potuti essere usati contro l’ex compagna. La donna al momento non ha sporto denuncia. I due sono separati da un po’ e vivono in case separati, ma l’incontro ha riacceso vecchi dissapori e contrasti. A carico dell’uomo non ci sono precedenti specifici per stalking o minacce, ad eccezione di alcune segnalazioni che risalgono al tempo della separazione. I carabinieri hanno inviato all’autorità giudiziaria una relazione sull’accaduto. Al momento l’uomo non è stato denunciato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X