facebook twitter rss

Sicurezza sui bus:
riunione in prefettura,
più controlli antidroga

MACERATA - Vertice con le forze dell'ordine, i rappresentanti di Contram e i sindacati. A rischio l'incolumità dei controllori per il comportamento di alcuni studenti
martedì 12 Febbraio 2019 - Ore 16:15 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Sicurezza sugli autobus, riunione in prefettura tra forze di polizia, amministratori della Contram e sindacati. Nel corso della riunione, che si è svolta ieri, è stato evidenziato che in passato si sono verificate in passato a bordo degli autobus da parte degli studenti ci sono state intemperanze che hanno reso disagevole il lavoro dei controllori, hanno sottolineato i rappresentanti della Contram. Hanno parlato di episodi tali da mettere a rischio l’incolumità dei controllori. I rappresentanti della Contram e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl hanno segnalato anche alcune tratte maggiormente a rischio, prevalentemente concentrate nelle zone costiere. Nel corso della riunione è stato verificato che i collegamenti tra i servizi di controllo sugli autobus e le sale operative delle forze dell’ordine sono efficienti e sono stati tali da consentire a queste ultime di intervenire in tempi brevi. Nell’ambito del progetto scuole sicure, sull’intero territorio provinciale, sono già in atto controlli antidroga alle varie fermate. Controlli che saranno intensificati nelle tratte ritenute più a rischio. Saranno implementati sugli autobus gli avvisi relativi alla presenza di telecamere di cui molti autobus sono già dotati, e quelli relativi alle sanzioni previste per chi contravviene all’obbligo di acquistare il biglietto. I vertici delle forze dell’ordine hanno precisato che sensibilizzeranno ulteriormente il proprio personale affinché questo si qualifichi una volta salito sull’autobus.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X