facebook twitter rss

Gaffe di Ceriscioli sulle macerie,
la Lega: «Terrorismo mediatico
per nascondere le mancanze del Pd»

SISMA - Il commissario regionale Paolo Arrigoni, reagisce alla dichiarazioni del governatore delle Marche sulla norma per la gestione dello smaltimento dei rifiuti del terremoto
domenica 6 Gennaio 2019 - Ore 12:12 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Paolo Arrigoni

 

Dopo la risposta del M5s arriva anche la dura reazione del senatore Paolo Arrigoni, commissario della Lega nelle Marche, al post sulle macerie del sisma del presidente della Regione Luca Ceriscioli. «Sarebbe ora che la Regione – scrive il senatore leghista – la finisse una buona volta di fare terrorismo mediatico. Le colpe dei nodi che vengono al pettine non sono del Governo che, invece, ha dato le risposte attese e possibili dopo due anni di nulla. Se Ceriscioli vuole lamentarsi lo faccia con il suo Pd». Il responsabile regionale della Lega punta il dito sulle casette marce e sulle inchieste sull’invenduto Erap, poi parla di  «norme contraddittorie con cui ha farcito l’iter della ricostruzione e  del fatto che i primi interventi siano stati per città fuori cratere».

«Deve essere identificativo degli esponenti Pd – continua Arrigoni –  leggere delle leggi solo la parte a cui appigliarsi salvo poi correggere il tiro. A Ceriscioli come ai parlamentari marchigiani Verducci, Morgoni e Morani fa comodo dimenticare che la proroga che riguarda la gestione delle macerie c’era sin dal passaggio della legge al Senato così come fa comodo ignorare le tante misure per il sisma Centro Italia inserite proprio in quel contesto. Se Ceriscioli pensa che la norma sulle macerie sia confusa se la prenda con chi l’ha scritta in origine, cioè i governi del suo Pd. Nella Legge di Bilancio il Governo ha dovuto stanziare altri 360 milioni di euro ed è stato prorogato lo stato di emergenza perché sono state riviste di oltre il 50% le stime su tempi e costi della rimozione.  Sarà per questo che Ceriscioli lancia il sasso salvo dover poi nascondere la mano ammettendo che la legge di bilancio è tutt’altro che lacunosa». Ultima frecciata all’intera squadra del presidente delle Regione: «Il Ceriscioli team dovrebbe avere il buon gusto di stare zitto una buona volta e cominciare a fare il suo dovere: avessero fatto per il terremoto quello che ha fatto questo Governo non saremmo a questo punto morto con la ricostruzione».

Ceriscioli e la gaffe sulle macerie: la norma riapparsa in zona Cesarini era scritta con inchiostro simpatico?

«Norma sulle macerie c’era già, Ceriscioli eviti nuove brutte figure»

Legge di Bilancio, Ceriscioli: «Macerie dimenticate e poi riapparse»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X