facebook twitter rss

Mareggiata a Porto Recanati,
«in corso stima dei danni
per lo stato di calamità»

MALTEMPO - Il sindaco Roberto Mozzicafreddo ha ringraziato i volontari della Protezione civile che stanno continuando a monitorare la situazione
giovedì 1 Novembre 2018 - Ore 16:15 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

 

 

Maltempo e mareggiate a Porto Recanati, «abbiamo chiesto lo stato di calamità e la Regione ha risposto ieri chiedendo la stima dei danni, che è in corso, per attivare la procedura. La protezione civile continua a monitorare la situazione vista la possibilità di piogge abbondanti». A dirlo è il sindaco di Porto Recanati, Roberto Mozzicafreddo.

Il primo cittadino ha ringraziato i volontari «per come, ancora una volta, hanno dimostrato attaccamento al paese dando piena disponibilità per far fronte all’emergenza. La Protezione civile ha operato instancabilmente durante tutti i giorni dell’allerta meteo, con interventi solleciti e tempestivi». Dell’allerta il Comune ha avuto notizia il 25 ottobre «da qui è nata l’esigenza di mettere in sicurezza le strutture sull’arenile sia pubbliche che private. Ci siamo attivati immediatamente per diffondere l’allarme meteorologico che riguardava vento, mare e idrogeologico, tutte le strutture sono state contattate capillarmente e avvisati i cittadini. Contestualmente è stato aperto il Coc della Protezione civile comunale che ha dato comunicazione a quello Regionale».

Il sindaco di Porto Recanati Roberto Mozzicafreddo

Dal 27 ottobre i volontari hanno iniziato a monitorare il territorio 24 ore su 24, seguendo in particolare l’evoluzione della situazione del mare e controllando il livello dei fiumi. Inoltre sono stati sistemati sacchi di sabbia, a protezione di tratti pubblici come al Lido delle Nazioni, in via Germania, in viale Primo maggio e nella zona nord di Scossicci. «Questa operazione di informazione e di prevenzione ha reso possibile una parziale limitazione dei danni causati dalla mareggiata – spiega il sindaco –. Nonostante ciò alcune strutture hanno riportato danni che sono in corso di quantificazione. La strada provinciale, che era stata invasa dai detriti portati dal mare, ha visto l’immediato intervento di pulizia da parte degli operatori della provincia di Macerata. La zona centrale del paese è in fase di sistemazione con uomini e mezzi del Comune, per quanto riguarda invece il Lido delle Nazioni e Scossicci, l’amministrazione non dispone di mezzi idonei per far fronte alla situazione per cui si stanno valutando alcuni preventivi di spesa per gli interventi da fare». Il 30 ottobre il sindaco ha chiesto lo stato di calamità alla Regione e la stima dei danni è in corso.

 

Mareggiata a Porto Recanati: garage allagati, danni agli chalet (FOTO)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X