Autovelox con vigile nascosto,
«un altro agguato in superstrada»

CALDAROLA - Un automobilista ha fotografato i vigili lungo la Val di Chienti. La denuncia di Giovanni Torresi: «La polizia municipale non tiene contro del decreto Minniti»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
autovelox-caldarola

L’autovelox a Caldarola nella foto scattata dall’automobilista

 

Un automobilista di passaggio ieri ha fotografato l’autovelox lungo la superstrada 77 Valdichienti, lungo la corsia direzione mare, subito dopo le gallerie, nel territorio del Comune di Caldarola, in una postazione che non sembra rispettare le direttive del decreto Minniti, che prescrive come l’apparecchio debba essere ben visibile, con accanto il vigile in divisa.

12439134_189039188117676_3206146231932151596_n-400x400

Giovanni Torresi

«Questa foto mi è stata girata da un amico – racconta l’ex assessore provinciale Giovanni Battista Torresi, che da anni porta avanti una battaglia per l’uso corretto degli autovelox – Si vede chiaramente che il vigile è nascosto dietro la pianta, invisibile all’automobilista, questo è un vero e proprio agguato a danno degli automobilisti, l’agente di polizia locale non tiene affatto conto del decreto Minniti». Prosegue Torresi: «E’ vero che l’automobilista deve giustamente rispettare i limiti di velocità previsti, ma anche le istituzioni devono rispettare la legge. Secondo il decreto il vigile dovrebbe trovarsi accanto all’apparecchio rilevatore della velocità, inoltre è previsto che sia l’autovelox che l’operatore debbano essere ben visibili all’automobilista, invece in questo caso, il vigile oltre a stare ad una ventina di metri dall’apparecchio, non era per niente visibile ».

La scena ha fatto indignare l’automobilista di passaggio, che ritenendo poco regolare l’appostamento del vigile di Caldarola, dopo averlo avvistato è tornato indietro a fotografarlo, fornendo poi la documentazione fotografica a Giovanni Torresi. «Mi appello alle autorità, affinchè chi di dovere intervenga – conclude l’ex sindaco di Pioraco – gli automobilisti per la loro ed altrui sicurezza sono tenuti a rispettare i limiti, ma anche chi è preposto al controllo del traffico deve rispettare le disposizioni di legge vigenti, che prevedono la visibilità per l’automobilista dell’autovelox, con l’agente accanto all’apparecchio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X