Annullato il mercatino della Coldiretti:
«Danno enorme ai coltivatori,
nessuna motivazione condivisibile»

CIVITANOVA - Il consigliere Marzetti critica la decisione che annulla l'esposizione che era prevista per domani. «Gli agricoltori avevano già provveduto a raccogliere i prodotti da portare sulle bancarelle»
- caricamento letture
LiberaMente-nuovo-gruppo-sergio-marzetti-civitanova-FDM-4-325x217

Sergio Marzetti

 

Annullato il mercatino della Coldiretti, il consigliere Marzetti pungola l’assessore Borroni: «Senza una motivazione condivisibile, è un danno enorme per i produttori che già  avevano pronti i prodotti». Non ci sarà domani il consueto mercatino della domenica mattina, quello dei produttori agricoli di Campagna amica della Coldiretti che si sono visti recapitare un paio di giorni fa la comunicazione di annullamento del mercatino. Lo annuncia il consigliere di maggioranza Sergio Marzetti che va contro il suo assessore e sostiene la necessità di un regolamento chiaro. «I nostri produttori agricoli avevano già provveduto a raccogliere insalata, zucchine, pomodori, pesche, prugne e partecipare al consueto mercatino – dice Marzetti – il tutto senza una motivazione condivisibile, visto che domenica non sono previsti in piazza XX Settembre eventi che possano in qualche modo essere intralciati nel loro svolgimento. Tutto questo nella piazza più remunerativa per chi di disgrazie, in questi ultimi anni, ne ha avute tante, dal terremoto, ai penalizzanti regolamenti europei e, ultimamente, alla grandine che ha devastato i nostri e i loro territori. L’annullamento del mercato di questa terza domenica del mese, per i produttori è un danno enorme, soprattutto è strana una decisione presa all’ultimo momento, con gli interessati che prima hanno raccolto i prodotti e poi vengono a sapere che se li debbono tenere a casa. Un pressappochismo indice di improvvisazione e incapacità nella programmazione, secondo il mio modesto parere, di cui l’assessore competente, Pierpaolo Borroni, deve farsi carico». Marzetti chiede inoltre che venga finalmente redatto un regolamento che disciplini la materia ed eviti discriminazioni. «Un regolamento che l’assessorato aveva annunciato all’atto del suo insediamento – conclude Marzetti – e che è ancora in fase di definizione e, quindi, di approvazione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X