Sagra della polenta e solidarietà:
5mila euro a Castelsantangelo

SISMA - Il comitato che organizza il tradizionale appuntamento a Santa Maria in Selva di Treia ha raccolto la somma da donare al comune devastato dal terremoto per la costruzione di un centro di aggregazione. Il sindaco Falcucci: «Grazie, è importante sapere che esistono persone con questo cuore»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Sagra-polenta-santa-maria-selva-13-650x433

Don Giuseppe Branchesi, Mauro Falcucci e Antonio Pettinari con il comitato Sagra della Polenta

 

Sagra-polenta-santa-maria-selva-Falcucci-3-650x445

Mauro Falcucci

 

di Marco Ribechi

Dalla polenta al terremoto il legame è la solidarietà. La Sagra della polenta di Santa Maria in Selva, che si terrà nella frazione di Treia il 15, 16, 22 e 23 settembre, sostiene Castelstangelo sul Nera con una donazione di 5mila euro per la costruzione di un centro di aggregazione. La somma è stata raccolta dai membri dell’associazione locale, dall’Associazione Nazionale Polentari e dal Rotary ed è già stata consegnata al Comune, uno dei più devastati dal sisma, come atto di fratellanza e supporto. «Quello che conta non è la cifra in sè ma sapere che esistono persone ancora in grado di fare questi gesti – dice Mauro Falcucci, sindaco di Castelsantangelo – Sul terremoto abbiamo avuto solo promesse da marinaio, non ci siamo proprio, è solo grazie al grande cuore degli italiani che la nostra comunità non è ancora sparita del tutto». Di 1100 abitazioni ne sono rimaste in piedi solo 25 ma la volontà degli abitanti della montagna ha permesso la ricostruzione di tutte le attività commerciali che erano presenti prima del terremoto. «Siamo vittime di tante ingiustizie, ci tolgono la dignità – continua Falcucci – il tempo che stiamo perdendo ci porterà alla desertificazione. Quello che fa più male sono gli occhi degli anziani che ci guardano e non dicono niente, oppure ancora peggio mi chiedono di portarli a morire nelle loro case». Per questo la somma, a cui si uniranno le donazioni di altre associazioni di volontariato, servirà per la costruzione di un centro di aggregazione, per parlare, scambiarsi consigli, incontrarsi.

Sagra-polenta-santa-maria-selva-don-giuseppe-branchesi-2-650x477

Don Giuseppe Branchesi

A presentare la 43esima edizione è il presidente del comitato sagra Don Giuseppe Branchesi, un’istituzione non solo per Treia: «Come possiamo restare indifferenti di fronte alle difficoltà della montagna – spiega Don Giuseppe – la polenta è memoria della tradizione e mi viene da piangere a vedere come vengono trattate le attività agricole e le comunità montane. Polenta è anche solidarietà, quella che ci si dimostrava in passato quando le attività della campagna si facevano tutti insieme regolandosi tra vicini e non solo per soldi. Chi mangia la polenta deve vedere queste cose nel piatto, il mondo non può abbandonare la terra, chi la cura va difeso». Il comitato di Santa Maria in Selva esporta la tradizione della polenta maceratese non solo in Italia ma anche all’estero con manifestazioni in Bulgaria, Polonia, Irlanda e Germania. «La polenta non è solo un piatto tipico – aggiunge Antonio Pettinari, presidente della Provincia – ma un simbolo di genuinità. Un invito a recuperare i valori alla base della nostra comunità e della famiglia, i valori contadini che i nostri nonni e genitori ci hanno trasmesso ma che forse noi non abbiamo recepito fino in fondo».

Sagra-polenta-santa-maria-selva-10-650x433

Da sinistra don Giuseppe Branchesi, Antonio Pettinari e Mauro Falcucci

Proprio sul lavoro dei volontari si basa tutta la realizzazione della sagra. Il menù non potrebbe essere più tradizionale: polenta bianca con le costarelle e rossa alla papera o al baccalà. E poi gli altri piatti della tradizione come le frittelle di polenta e i vincisgrassi accompagnati da vernaccia. Le cene saranno allietate anche da balli. Il 15 settembre alle 22 il giornalista Maurizio Verdenelli insieme al poeta Maurizio Angeletti e al sindaco del terremoto Venanzo Ronchetti presenterà “I dieci giorni che sconvolsero Macerata e la ricostruzione a due anni dal sisma”. Il 16 settembre alle 9 invece il raduno di Vespe.

 

Sagra-polenta-santa-maria-selva-3-650x433

Il presidente della Provincia Antonio Pettinari

Sagra-polenta-santa-maria-selva-1-650x433

Sagra-polenta-santa-maria-selva-8-650x433



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X