facebook twitter rss

Alex Britti scatenato a Frontignano:
«Energia da Settemila caffè» (Foto)

RISORGIMARCHE - Il cantautore romano ha continuato ad esibirsi anche oltre l'orario indicato per lo stop. Chiusa intorno alle 15 l'unica strada di accesso. C'è chi ha camminato anche un'ora e mezza per arrivare al concerto
lunedì 9 luglio 2018 - Ore 20:22 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Alex Britti protagonista a RisorgiMarche

di Monia Orazi
(Foto Federico De Marco)

«Mi avevano dato un orario di chiusura per il concerto ma continuiamo, tanto qui non disturbiamo i vicini». Così Alex Britti, scatenatissimo sui prati di Frotignano con la sua band ha chiuso un altro pomeriggio memorabile, per Risorgi Marche, che stavolta ha portato il festival di solidarietà ideato da Neri Marcorè nel cuore del cratere maceratese, tra la devastazione di Visso, Ussita e Castelsantangelo.

Neri Marcorè all’arrivo a Frontignano (foto Francesca Marsili)

Ad assistere al concerto sono accorsi da tutte le Marche e anche da fuori. Unico neo la chiusura dell’unica strada di accesso sin da Ussita, poco dopo l’area commerciale avvenuta dopo le 15, che ha costretto tante persone ad oltre un’ora e mezza di cammino, anche se lo spazio per parcheggiare non mancava di certo di fronte a Frontignano, non lontano da Sorbo, nella zona del campeggio o del Palaghiaccio. Anche chi è arrivato tardi e ha visto solo mezz’ora di concerto ha goduto del colpo d’occhio con i prati pieni di migliaia di persone.
La potenza vocale di Britti e la sua inconfondibile passione per la chitarra, lo hanno fatto sconfinare dai classici successi, ad intermezzi rock blues.  Settemila caffè, Oggi sono io, Solo una volta, La vasca, Mi piaci, Lo zingaro felice, sono stati suonati con tutta la carica e l’energia di musicisti entusiasti, nell’atmosfera inarrivabile di un pomeriggio di sole, con il panorama spettacolare delle montagne a fare da cornice.
Intorno all’area del concerto si trovavano gli stand dei produttori dei Sibillini, con tante persone che al termine delle oltre due ore di musica si sono fermati a degustare le bontà locali. Baciami è stata la canzone finale del pomeriggio di musica che ha salutato il pubblico, il quale ha ricambiato con un lungo applauso e grida di entusiasmo.
«Altro che settemila caffè – ha scherzato Neri Marcorè – qui abbiamo l’energia per continuare sino a dicembre, aiutiamo a ripartire questi comuni e tutte le Marche». Prossimo appuntamento per Risorgi Marche è sabato 14 luglio con il concerto dell’artista internazionale Noa, sul Monte Vermenone tra Sefro e Fiuminata.

 

Foto di Valentino Paoletti

 

Neri Marcorè (foto Francesca Marsili)

Foto Francesca Marsili

Alex Britti prima del concerto (foto Marsili)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X