Manifesti sulle indagini, Silenzi:
“Marzetti, la verità ti fa male lo so”

CIVITANOVA - Il vicesindaco replica cantando il motivetto di Caterina Caselli alla querelle sulla pubblicità nelle rotatorie. "Cartelli pericolosi? sì ma per il centrodestra prescritto e che si è avvalso della facoltà di non rispondere"
- caricamento letture

pubblicità-rotatoria-autostrada-via-einaudi-civitanova-4-400x267«E’ paradossale che Marzetti, indagato poi prescritto perché dopo essersi avvalso della facoltà di non rispondere non ha rinunciato alla prescrizione, chieda la rimozione dalle rotatorie dei manifesti con cui i civitanovesi vengono informati che sul palasport la giunta Corvatta non ha commesso alcun abuso, contrariamente a quanto sostenuto nelle loro denunce proprio da Marzetti e dal centro destra». Il vicesindaco Giulio Silenzi risponde al consigliere Marzetti che ieri aveva richiesto la rimozione dei manifesti pubblicitari dalle rotatorie cittadine invocando il codice della strada e la pericolosità per gli automobilisti. «Marzetti invece di spiegare ai civitanovesi perché abbia scelto di sottrarsi alle domande dei magistrati, dice che i manifesti sono pericolosi per la circolazione perché distraggono gli automobilisti. Pericolosi lo sono, ma per il centro destra. Rimettono al suo posto la verità e sbugiardano le menzogne veicolate da Vince Civitanova con manifesti giustizialisti e forcaioli in cui si chiedevano le dimissioni del sindaco e del vice, manifesti con cui avevano tappezzato la città. Quelli non davano fastidio alla sensibilità di Marzetti, questi sì. Si dia pace Marzetti, non si può rimuovere la verità, né il fatto che la Procura della Repubblica abbia archiviato le indagini per la giunta Corvatta mentre Ciarapica e Marzetti sono usciti dall’inchiesta solo per prescrizione. Sui loro atti non è stato possibile fare chiarezza perché si sono sottratti alla giustizia. Ne avremmo viste delle belle. Adesso se la cantano e suonano a modo loro. Ma, la colonna sonora che accompagna l’ultimo esposto contro i manifesti é il ritornello di Caterina Caselli “la verità mi fa male”» .



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X