Il presidente Grasso:
“Vicini ai terremotati, tornerò”
Errani spiega i ritardi (VIDEO)

SISMA - Incontro a palazzo Madama con una delegazione. Sul modello di ricostruzione del 1997: "Fatemi avere emendamenti dai parlamentari marchigiani, eventualmente potremo fare integrazioni al decreto". Il commissario straordinario ha detto che tra 10 giorni arriveranno le norme sulla ricostruzione pesante e saranno attuate le procedure semplificate per le casette in legno
- caricamento letture

 

incontro-delegazione-manifestazione-terremotati-a-roma-con-il-presidente-del-senato-Grasso-1-400x225

L’incontro con il presidente del Senato Pietro Grasso

 

di Monia Orazi

«Consideratemi presente anche se non ci sono. Il modello di ricostruzione del 1997? Dite ai parlamentari marchigiani di fare degli emendamenti perché eventualmente potremo aggiustare il tiro del nuovo decreto. Presto tornerò nelle Marche». Così il presidente del Senato Pietro Grasso alla delegazione dei terremotati che ha ricevuto alle 12 a palazzo Madama. La delegazione ha parlato di eccessiva burocrazia e ha chiesto l’arrivo delle casette in tempi certi. I delegati hanno inoltre detto che c’è molta differenza nel passaggio dai provvedimenti ai fatti e gli hanno chiesto di farsi portavoce dei loro problemi e di chiedere al governo che agisca rapidamente. Inoltre hanno espresso il timore che manchino i fondi per interventi immediati. Il presidente del Senato ha detto che l’attenzione è massima verso i problemi dei terremotati. Una sensibilità, ha detto «dimostrata dal Senato che ha anticipato la discussione sulla riforma della Protezione civile che attendeva da tempo. Il nuovo decreto che sarà discusso lunedì in Senato, si caratterizza per la rapidità dei tempi di attuazione». La delegazione ha fatto presente come il modello per la ricostruzione del 1997 fosse particolarmente efficiente e Grasso ha chiesto di far avere emendamenti tramite i parlamentari marchigiani.

pietro-grasso-fb

Il post di Pietro Grasso su facebook

AGGIORNAMENTO – Dopo l’incontro con Grasso, una piccola delegazione ha incontrato il commissario Vasco Errani, delegato dal premier Gentiloni a riceverla. Dall’incontro è emerso che tra dieci giorni il commissario Vasco Errani farà uscire le norme sulla ricostruzione pesante e saranno attuate delle procedure semplificate per favorire l’installazione delle casette in legno. A dirlo ad una delegazione di manifestanti è stato lo stesso commissario straordinario per la ricostruzione, nell’ultimo incontro della giornata, delegato dal premier Gentiloni. Errani ha dato rassicurazioni su alcuni aspetti tecnici, illustrando alcune future novità e mostrandosi disponibile per futuri incontri con i manifestanti. Errani ha inoltre affermato che il ritardo nella fornitura delle casette in legno non è dovuto ad impedimenti burocratici, ma alla necessità di individuare aree sicure. Per questo si procederà alla microzonizzazione sismica di terzo livello nei centri colpiti. Il comitato ha ottenuto che nel decreto in via di approvazione ci sia una semplificazione per l’assegnazione degli incarichi ai geologi, da parte dei comuni. Semplificazione delle procedure per il puntellamento e la rimozione delle macerie, 40 milioni di euro per interventi immediati, potere ai sindaci per la scelta delle aree da urbanizzare per mettere le casette in legno: sono questi alcuni dei contenuti del nuovo decreto legge sull’emergenza post terremoto, che entrerà in vigore dal prossimo lunedì, illustrati ad una delegazione ristretta di manifestanti da parte del sottosegretario Paola De Micheli. Nel corso dell’incontro oltre che la presidente della Camera Laura Boldrini ed il presidente del Senato Pietro Grasso, anche i gruppi parlamentari del Partito Democratico, con la presenza di tutti i deputati e senatori marchigiani, il gruppo di Forza Italia con Renato Brunetta, il Movimento 5 Stelle con Di Maio e Andrea Cecconi, Fli con Giorgia Meloni. Dal confronto è emerso che ci saranno 60 giorni di tempo per presentare emendamenti e miglioramenti alle previsioni normative e che i decreti varati inizialmente erano strutturati in funzione del terremoto di Amatrice. Tra quindici giorni il comitato avrà un nuovo incontro con i parlamentari marchigiani di maggioranza. Tra i problemi presentati dalla delegazione la necessità di velocizzare i sopralluoghi per poter conoscere il livello dei danni e l’eventuale disponibilità del patrimonio immobiliare, per residenza, affitto o usi alternativi.

 

I terremotati manifestano a Roma: “Abbandonati senza casa e lavoro” (foto/video)

incontro-delegazione-manifestazione-terremotati-a-roma-con-il-presidente-del-senato-Grasso-5-650x366

 

incontro-delegazione-manifestazione-terremotati-a-roma-con-il-presidente-del-senato-Grasso-4-650x366

terremotati-roma-6-650x366

La protesta di questa mattina

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X