Melchiorri operato a Roma,
stagione finita

CALCIO - L'attaccante di Macerata si è sottoposto alla ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Recupero previsto entro cinque-sei mesi
- caricamento letture

 

federico-melchiorri-dopo-loperazione-400x301-1484071876

Federico Melchiorri dopo l’operazione

 

di Marco Cencioni

“Dopo un duro allenamento”. Questa la frase che l’attaccante maceratese Federico Melchiorri ha scritto sopra la foto postata oggi sul suo profilo facebook, scatto che lo ritrae in un letto della clinica Villa Stuart a Roma dove si trova attualmente ricoverato in seguito all’operazione avvenuta ieri pomeriggio. Il bomber del Cagliari si è sottoposto all’intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, operazione eseguita dal professor Pier Paolo Mariani e alla quale ha assistito anche il medico del Cagliari Roberto Mura. “I tempi di recupero per la piena ripresa all’attività agonistica sono stimati nell’ordine di cinque-sei mesi”, si legge sul sito ufficiale della società sarda, verdetto che in pratica segna la fine della stagione per l’ex centravanti di Maceratese e Tolentino. Infortunatosi lo scorso 17 dicembre nella trasferta di Empoli, allo stesso ginocchio che aveva ceduto il primo aprile 2016 durante l’allenamento di rifinitura prima della gara contro lo Spezia, Melchiorri chiude il suo primo campionato da protagonista in serie A con tre reti.

WhatsApp-Image-2016-10-16-at-17.45.09-400x300

L’esultanza di Federico Melchiorri a San Siro

Indimenticabile il primo gol contro la Sampdoria (leggi l’articolo), arrivato all’esordio con gli isolani nel palcoscenico più importante del calcio italiano e dopo quasi sei mesi dal primo intervento. Un acuto da tre punti, una gioia indescrivibile ma mai intensa come quella provata il 16 ottobre quando, alla prima da titolare, ha steso l’Inter a San Siro guidando i compagni nella rimonta sui neroazzurri (leggi l’articolo). Prima un’autentica prodezza per timbrare il pareggio (controllo delizioso di tacco in area e palla nel sacco) e poi, credendo in un pallone che sembrava destinato in rimessa laterale dopo un calcio d’angolo, ha scaraventato al centro il cross che ha costretto Handanovic all’autogol per il definitivo 2 a 1. Lo splendido colpo di testa con cui l’attaccante di Macerata ha battuto Hart, gol della bandiera cagliaritano nella sconfitta 5 a 1 contro il Torino, è il terzo ed ultimo sigillo di questa stagione che lo ha proiettato nel palcoscenico che merita. L’augurio di tutti gli sportivi maceratesi è quello di rivedere Melchiorri presto in campo, sperando che la sfortuna smetta di bussare alla sua porta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X