Sciopero alla Antonio Merloni,
a rischio 80 posti di lavoro

MATELICA - Protesta e un'assemblea dopo la decisione dei sindacati di interrompere le trattative con la proprietà
- caricamento letture

 

I lavoratori in sciopero

I lavoratori in sciopero

AGGIORNAMENTO DELLE 19 –  Rassicurazioni per i dipendenti della Antonio Merloni da parte della proprietà durante l’assemblea di questo pomeriggio. I lavoratori hanno deciso di rinunciare al blocco stradale annunciato questa mattina. Tutto sarà discusso domani in un tavolo tecnico a Porto Recanati, tra sindacati e proprietà aziendale, per valutare pienamente le novità che ci saranno.
Questo pomeriggio si è tenuta l’assemblea alla presenza del proprietario Luciano Ghergo, dei sindacati provinciali Rocco Gravina (Fim Cisl), Boris Basti (Uilm) e Rossella Marinucci (Fiom Cgil). Sono intervenuti anche i consiglieri comunali Massimo Baldini e Paolo Sparvoli. Ghergo ha rassicurato i dipendenti annunciando che entro fine mese sarà firmato l’accordo per l’acquisto di una nuova linea produttiva di serbatoi, da seimila pezzi l’anno, più adeguata alle necessità del mercato, che presenta fatturato in discesa.
“L’azienda ha necessità di razionalizzare le spese, lo stabilimento ha i bilanci in salute – ha affermato il sindaco Alessandro Delpriori – si sta vendendo la vecchia linea perché troppo grande, con l’acquisto di una nuova da seimila serbatoi, diamo fiducia ad un imprenditore che ha voglia di investire, seguo da vicino la vicenda, sono vicino ai lavoratori, auspico di vedere al più presto il contratto di acquisto, non parteciperò all’assemblea perché sarò ad Ascoli per lavoro”. Di parere diverso l’ex sindaco Paolo Sparvoli, per molti anni direttore dello stabilimento: “Quanto detto dal sindaco Delpriori è stato smentito in assemblea, è molto grave che questo pomeriggio non sia stato presente nessuno dell’amministrazione comunale, era stata annunciata la presenza di Montesi ma non si è visto. Resta la preoccupazione perché i tempi sono stretti, si rischia di restare a vuoto di prodotti e perdere quote di mercato, se non si rispettano i tempi di produzione”. Delpriori ha annunciato che domani mattina incontrerà in Comune una delegazione di dipendenti.

***

Giornata di sciopero oggi all’Antonio Merloni Cylinder Ghergo Group di Matelica. In protesta gli 80 lavoratori dello stabilimento matelicese che produce serbatoi esterni per gpl. Alla presenza dei sindacati si sono svolte questa mattina una manifestazione davanti ai cancelli dello stabilimento, lungo la provinciale Muccese e un’assemblea. I rappresentanti dei lavoratori hanno deciso di interrompere le trattative in corso con la proprietà, che sta vendendo la principale linea produttiva di serbatoi esterni per gpl, senza che si abbiano notizie dell’acquisto di una nuova linea di produzione, da 6mila pezzi l’anno. Si teme la perdita di posti di lavoro. Alle 14 è previsto un incontro con la proprietà per fare il punto della situazione. Questa mattina all’assemblea è intervenuto anche il sindaco di Matelica Alessandro Delpriori.

(m. o.)

 

sciopero matelica



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X