Corridonia e Trodica non si fanno male

ECCELLENZA - Scialbo 0 a 0 nel match del Martini
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Una fase di gioco di Corridonia - Trodica

Una fase di gioco di Corridonia – Trodica (foto Novafoto Corridonia)

Finisce senza vincitori ne vinti il derby fra Corridonia e Trodica. Il pareggio a reti bianche scaturisce al termine di un incontro sicuramente non spettacolare ma maschio e valido dal punto di vista tattico. Il terreno di gioco ai limiti della praticabilità e l’attenzione al rispetto delle posizioni imposta dai due allenatori sono i fattori che più hanno contribuito all’esito del match. Emozioni con il contagocce, portieri praticamente inoperosi, in poche parole la paura di perdere ha sicuramente avuto la meglio sulla voglia di vincere. Trodica più manovriero e predisposto a fare la manovra, Corridonia compatto e quadrato. Questo il canovaccio della gara che, sicuramente, non rimarrà impressa nella memoria delle rispettive tifoserie. Per i rossoverdi, gli unici imbattuti in casa in tutto il campionato, il quinto pareggio di fila al “Martini” porta in dote un punto che muove la classifica, sicuramente ben accetto viste le tante defezioni tra infortuni e squalifiche. Per gli ospiti il quarto pari in altrettante gare del 2015, il terzo senza siglare reti, da un lato evidenzia la solidità ritrovata dall’altro sottolinea che la mancanza della vittoria (latitante da ben otto partite) comincia a diventare un aspetto preoccupante. “Le condizioni del campo erano veramente pessime per cui era molto difficile giocare la palla – afferma l’allenatore del Corridonia, Ermanno Carassai – Oggi eravamo in piena emergenza con 7 titolari che mancavano e siamo scesi in campo con 4 under per terminare con 5. Devo dare atto a chi ha giocato di aver fatto in pieno il proprio dovere: accettiamo la spartizione della posta in attesa di tempi migliori”. “Prendere un punto a Corridonia, su un campo imbattuto, è sicuramente un buon risultato – afferma il mister del Trodica, Renzo Morreale – Rimane il rammarico di non aver osato troppo: con un po’ di coraggio in più potevamo raccogliere qualcosa di diverso, visto che abbiamo fatto la partita dimostrando buona personalità”.

Il tabellino:
CORRIDONIA (4-4-2): Recchi; Zancocchia, Lispi, Filacaro, Montanari; Maccioni, Bacchiocchi, Cartechini, Caselli (35’s.t. Venerelli); Iori, Boccolini (44’s.t. Mariucci). A disp.: Caruso, Andreotti, Rapallini, Ciavaroli, Kakuli. All.: Carassai.
TRODICA (4-2-3-1): Zallocco; Castracani, Ortolani, Mengo, Polinesi; Meschini, Petruzzelli; Tartabini, Dell’Aquila, Mariani (37’s.t. Maddaluno); Minella (25’p.t. Bartolucci). A disp. Bonifazi, Lambertucci, Leaua, Fontana, Ciucci. All.: Morreale.
ARBITRO: Daljgit Singh di Macerata (Etis Bejko di Jesi – Stefano Principi di Ancona)
NOTE: spettatori 300 circa. Ammoniti: Iori, Petruzzelli, Castracani, Tartabini, Meschini, Mariani.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X