“Ingiustificabile l’aggressione a Tacconi
Inaccettabile il silenzio istituzionale”

MACERATA - L'Udc condanna con forza il comportamento del consigliere Carbonari e il suo messaggio pubblicato su Facebook. Il capogruppo dei centristi "ha riportato l’incrinatura di una costola"
- caricamento letture

 

La violenta lite tra i consiglieri comunali Caludio Carbonari (Fratelli d'Italia) e Ivano Tacconi (Udc) nel corso di una conferenza stampa

La violenta lite tra i consiglieri comunali Caludio Carbonari (Fratelli d’Italia) e Ivano Tacconi (Udc) nel corso di una conferenza stampa

La Direzione Comunale dell’Udc, congiuntamente al Segretario Regionale, al Presidente e al Segretario Provinciale “manifesta il proprio sconcerto per i fatti penosi che hanno visto coinvolto giovedì scorso il Consigliere Comunale di Macerata Ivano Tacconi, al quale rivolge con profondo affetto tutta la loro solidarietà.

Ivano Tacconi, in occasione di un dibattito in materia sanitaria, è stato verbalmente insultato e fisicamente colpito da un altro Consigliere del Comune di Macerata, il sig. Claudio Carbonari (leggi l’articolo).

Senza voler entrare nel merito della polemica e delle posizioni espresse dai due Consiglieri, che, per quanto discutibili, rientrano nella libera espressione dei propri orientamenti e delle proprie convinzioni personali e politiche, i sottoscritti vogliono stigmatizzare e censurare l’ingiustificabile contegno tenuto nei confronti di Ivano, fatto oggetto prima di insulti gravi e personali, poi, di un colpo inferto all’addome che ne ha procurato la caduta e una serie lesioni (oltre ad ecchimosi, anche l’incrinatura di una costola) per le quali Ivano è stato costretto a recarsi al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Macerata e a sottoporsi a cure mediche.
Tacconi_Carbonari_lite (2)Si rileva pure che, vista l’età e le condizioni fisiche del Consigliere Tacconi, la vicenda assume caratteri particolarmente spregevoli.

Il Consigliere Carbonari, non pago, ha anche ritenuto opportuno pubblicare sul proprio profilo pubblico di Facebook una personale ricostruzione della vicenda, che se da un lato conferma tutte le proprie responsabilità, dall’altro esprime un compiacimento per l’’impresa’ che definire fuori luogo appare eufemistico.

A seguito della vicenda, si è rilevato uno sconfortante silenzio sia da parte degli Organi Comunali dei quali i due protagonisti fanno parte che dagli esponenti del partito del sig. Carbonari, che ad oggi non hanno espresso alcuna valutazione critica sui fatti né solidarietà nei confronti del nostro Consigliere.

Ci auguriamo che tale silenzio non nasconda una adesione ad una modalità violenta di affermazione dei propri convincimenti che non riteniamo confacente né a privati cittadini né, tanto meno, a esponenti istituzionali di una certa notorietà locale”.

***

Di seguito il post pubblicato da Claudio Carbonari su Facebook:

Carbonari_Facebook_Tacconi

Carbonari_Facebook_Tacconi_2



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X