Legambiente premia Macerata
E’ la città più “verde” del centro Italia

La 19esima edizione del rapporto curato insieme ad Ambiente Italia, che è stilato considerando decine di parametri, colloca il capoluogo al settimo posto nella classifica complessiva. Soddisfatto l'Assessore Valentini
- caricamento letture
enzo_valentini

L’Assessore Enzo Valentini

Macerata è una città verde: a stabilirlo il rapporto Ecosistema urbano di Legambiente e Ambiente Italia, giunto alla sua XIX edizione, che impiegando 25 indici tematici, su una settantina di indicatori primari, colloca la  città al settimo posto tra le 45 piccole città italiane, facendole fare un balzo in avanti di sette posti rispetto all’anno precedente e facendole conquistare il primo gradino del podio per quanto riguarda il centro Italia.  “E’ un dato che incoraggia a proseguire sulla strada intrapresa – commenta l’assessore all’Ambiente, Enzo Valentini – e che premia non solo le politiche dell’Amministrazione comunale, ma gli sforzi di tutti gli attori presenti sul territorio, compresi i cittadini e le imprese. E’ importante, comunque, mettersi nell’ottica che occorre investire sempre di più, perché i danni ambientali provocati dal nostro modello di sviluppo sono enormi e difficilmente reversibili. Il settore importante su cui dobbiamo puntare è quello della mobilità sostenibile. E’ però confortante segnalare che un numero sempre maggiore di cittadini si rivolge al punto di affitto delle biciclette a pedalata assistita di via Mugnoz. L’approvazione del progetto definitivo della ciclabile di Sforzacosta è comunque un segnale importante. Le prossime azioni che contiamo di completare a breve – conclude Valentini –  sono: attivazione dello Sportello Energia (delibera calendarizzata per il prossimo Consiglio comunale), approvazione del PAES (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile), apertura del Centro del Riuso. Oltre, ovviamente, a rinnovare l’impegno per aumentare la percentuale della raccolta differenziata”.   L’insieme degli indicatori selezionati per le graduatorie copre tutte le principali componenti ambientali presenti in una città come l’aria, l’acqua, rifiuti, trasporti e mobilità, spazio e verde urbano, energia, politiche ambientali pubbliche e private.   Macerata  si distingue soprattutto per il terzo posto conquistato per la qualità dell’aria e il secondo per le politiche energetiche e per il basso spreco d’acqua.  Da sottolineare che il rapporto quest’anno ha introdotto un cambiamento significativo: i capoluoghi di provincia sono stati divisi in tre fasce, che distinguono in grandi città, ovvero quelle che contano oltre 200.000 abitanti, medie da 80.000 a 200.000 abitanti e piccole con meno di 80.000 abitanti.   Rispetto alle altre città delle Marche Macerata è comunque prima in classifica arrivando, con 58,40 punti  prima di Ascoli (53,69) nella propria categoria di appartenenza e di Pesaro (56,14) e Ancona (52,68) anche si trovano rispettivamente all’undicesimo e al ventesimo posto tra le città medie.  Come nelle passate edizioni nel rapporto viene anche premiato il tasso di risposta delle pubblica amministrazione al questionari inviato da Legambiente sia in termini di schede consegnate sia in termini di effettive risposte fornite.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X