Clamoroso harakiri del Matelica
Gasparrini trascina il Portorecanati

IL PUNTO SULLA PROMOZIONE - La Vis Macerata viene affondata dall’argentino Carca, alla Vigor Pollenza non basta il solito Ulivello
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
mister-Mazzaferro1

L'allenatore del Trodica Andrea Mazzaferro

di Federico Bettucci

La caduta delle grandi e il giovedì grasso del Trodica. Strano il giorno in cui si scende in campo, ancor più bislacchi i risultati finali, tra i quali spiccano 3 ko casalinghi: quello del Matelica che si fa rimontare da 2-0 a 2-3 dalla terz’ultima e quelli, entrambi per 1-0, di Potenza Picena e Vis Macerata, sorprese rispettivamente da Cuprense e Chiesanuova. Neanche nei sogni. Il Trodica invece gioca a tennis e alimenta le proprie ambizioni, che ormai profumano tanto di playoff vista la distanza della truppa di Mazzaferro dal quinto scalino della graduatoria: un punto. Il bello è che le 6 sberle vengono rifilate ad una diretta concorrente come il Porto Sant’Elpidio, ora agganciato in sesta posizione. Inevitabile però non partire dal Matelica. Bartilotta (appena subentrato all’infortunato Jachetta) al quarto d’ora e Federici verso la fine della prima frazione sembrano scrivere il solito copione che andava avanti da dicembre e cioè Matelica in vantaggio e poi vittorioso. Invece accade l’impensabile, con la Castelfrettese che dopo aver bucato 3 volte l’Apiro riserva il medesimo trattamento alla capolista, accorciando prima dell’intervallo e sferrando i colpi letali nel giro di pochi minuti nel finale. Matelica che non perdeva in generale da inizio dicembre (1-4 ad Apiro) e in casa da metà ottobre (0-1 con l’Atletico River Urbinelli). Il vantaggio sulle inseguitrici, in attesa di tornare in campo a metà aprile, è di 6 punti sul Real Metauro, 5 sul Piandimeleto e 4 sull’Apiro. Proprio quest’ultimo, nella bufera di vento, fa 0-0 con il Marotta. Punteggio a reti bianche che per gli apirani non usciva, sulla ruota del girone A di Promozione, dalla prima giornata di campionato. Nel girone B affondano davanti al proprio pubblico, dunque, Potenza Picenza e Vis Macerata. I giallorossi, con il loro numero 1 Natali appiedato dal Giudice Sportivo dopo l’espulsione dell’ultimo match, si fanno infilare a inizio ripresa dalla Cuprense tornando così a conoscere una sconfitta casalinga (la terza in totale) che mancava dal 3-4 con la Folgore Falerone a gennaio. Perso un punto in classifica, al termine dell’inedito turno di giovedì, proprio sulla Folgore, mentre il Montegiorgio è rimasto alle spalle. La Vis Macerata viene invece affondata dall’argentino Carca, che trascina un coraggioso Chiesanuova, ridotto in 10 per il rosso al portiere Maccari, alla vittoria di misura. I padroni di casa, comunque ancora quinti, incassano il gol decisivo a soli 3 minuti dalla fine sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Quello che sembrava essere l’incontro più incerto ed equilibrato, vale a dire Trodica-Porto Sant’Elpidio, è terminato invece con uno score inatteso alla vigilia. Merito della lanciatissima formazione di Mazzaferro, che asfalta i rivieraschi con i centri, tutti tra il 40’ ed il 78’, di Cicconofri, Bartolucci, Smerilli, Polinesi e Nobili (doppietta per lui, a segno sia su rigore che su azione). Giornata favorevolissima al Trodica: guadagnati 3 punti anche su Vis e Potenza Picena, oltre ai 2 rosicchiati al Montegiorgio. Si avvicina sempre più, nel frattempo, il Portorecanati (meno 2 dal quinto posto), che al 94’ va a trionfare nel derby i casa del Sirolo Numana firmando l’1-0 sull’asse Serangeli-Gasparini Davide-Gasparini Emanuele, con quest’ultimo che si riscatta dopo il rigore fallito in precedenza. Panti, Rrudho e Capasso, nel giro di un quarto d’ora nel corso del secondo tempo, guidano la Monteluponese alla rimonta sull’Avis Ripatransone (3-1) e all’immediato ritorno alla vittoria. L’Aurora Treia con Pandolfi e con un tiro dal dischetto di Di Francesco riprende due volte  il Loreto (2-2), mentre quella che subisce la Vigor Pollenza è una vera e propria beffa: Ulivello colpisce ancora e fa pregustare il colpaccio dell’anno, ma il Pagliare capolista compie una rimonta incredibile nelle battute conclusive e la spunta 2-1.

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA: Andrea Mazzaferro (Allenatore Trodica). La goleada che annichilisce il Porto Sant’Elpidio vendica, con gli interessi, l’1-3 della gara di andata e fa schizzare il Trodica a meno 1 dai playoff. Pur privo di D’Angelo, Mazzaferro guida i suoi discepoli ad una grande vittoria.

LA FORMAZIONE DELLA SETTIMANA:
1 – Castorani (Portorecanati)
2 – Cicconofri (Trodica)
3 – Polinesi (Trodica)
4 – Stacchio (Chiesanuova)
5 – Pandolfi (Aurora Treia)
6 – Serangeli (Portorecanati)
7 – Capasso (Monteluponese)
8 – De Santis (Chiesanuova)
9 – Nobili (Trodica)
10 – Gasparini E. (Portorecanati)
11 – Carca (Chiesanuova)
Allenatore: Mazzaferrro (Trodica)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X