Real Muscolina, Diomedi racconta
i segreti di una difesa di ferro

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

michele-diomedi

di Emanuele Trementozzi

Michele Diomedi, classe ’83, è il portiere della Real Muscolina; seconda in classifica nel girone I di Terza categoria e squadra con la miglior difesa in assoluto con sole tre reti al passivo. Punto di forza della formazione di mister Corallini è l’estremo difensore che da cinque gare consecutive non subisce reti e punta ad allungare il suo personale record di imbattibilità.

Salve Michele, cinque gare senza subire reti e un cruccio. Quale?
“Cinque gare senza reti al passivo sono tante, ma ancora mi brucia quel gol al 92esimo contro San Giuseppe che, se evitato, avrebbe potuto aggiungere altri 90 minuti a questo score”.

Perfezionista e scrupoloso. Chi è Diomedi portiere?
“Un estremo difensore che da quasi vent’anni calca i campi da gioco e che ogni volta che indossa le fatidiche scarpette lo fa con la passione immutata di quando era giovanissimo. La voglia di giocare e di farlo nel migliore dei modi è lo spirito con cui affronto ogni singola gara”.

L’impostazione tattica della sua squadra e la forza dei singoli quanto la stanno aiutando nel suo lavoro?
“Sicuramente tantissimo. Non prendere gol per così tante gare non va attribuito al lavoro esclusivo del portiere, ma al lavoro generale di tutti, punte comprese. Il nostro è un ruolo delicato, particolare e affascinante allo stesso tempo. Quando sei in area ti ritrovi da solo e sai che un tuo errore può condizionare il risultato. Il mister anche mi trasmette tranquillità ed ecco che arrivano i risultati”.

Al di là dell’imbattibilità detieni anche un altro record. Avete la difesa meno battuta del campionato, con sole tre reti al passivo.
“Una gran bella soddisfazione per tutta la rosa questo dato. Siamo molto quadrati e messi bene in campo. Subiamo poco e manteniamo le posizioni. Adesso arriveranno le gare più difficili con Nuova Picena, Real Montecò e San Girio. Dopo di queste sapremo realmente chi siamo e dove possiamo arrivare”.

La seconda posizione è comunque un ottimo biglietto da visita. Quanto di questo merito va attribuito alla struttura societaria?
“I successi partono dall’organizzazione dirigenziale. Siamo tutti una grande famiglia e lavoriamo sodo per un unico obiettivo comune: vincere. Il presidente e gli altri dirigenti tutti ci trattano benissimo e ci fanno sentire partecipi di una realtà che ormai dura da venticinque anni”.

In passato lei ha sfiorato il calcio professionistico. Cosa è successo poi?
“Dopo aver condiviso l’esperienza all’Ancona calcio con Marco Storari, attuale portiere della Juventus, ho avuto l’occasione della vita con il Fano calcio, militante all’epoca in serie C1. Ma al momento di concludere l’accordo sono stato ostacolato da uno pseudo procuratore che avevo dai tempi dell’Eccellenza. Questo personaggio dal momento che non poteva più vantare diritti sul sottoscritto perché non dotato di abilitazione alla professione, necessaria a quei livelli, ha fatto di tutto per allontanarmi dal Fano e così è stato. Brutta storia di brutti personaggi che purtroppo gravitano intorno al mondo del calcio”.

Da tempo ormai punto fisso della Real Muscolina. Dove volete arrivare con questa squadra?
“Siamo partiti per fare un buon campionato e lo stiamo dimostrando. La seconda posizione ci distanzia un solo punto da San Girio e proveremo fino all’ultimo a dare loro fastidio. Non è facile ma il gruppo è forte e coeso e possiamo battercela con tutti”.

Chi si sente di ringraziare per questa splendida realtà?
“Sicuramente mister Eraldo Corallini e il mister in seconda Mauro Cristiani, che stanno dando il loro apporto fondamentale alla squadra e lo fanno con grande sacrificio di tempo ed energie. Senza dimenticare il presidente e Andrea Carlocchia, dirigente tutto fare che è sempre presente e non ci fa mancare nulla”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X